Sono 280 le persone milazzesi messesi in isolamento obbligatorio fiduciario, poiché provenienti dalle zone rosse del Nord Italia o perché entrate in loro contatto nell’ambiente familiare. Nessuno di loro risulta positivo al Coronavirus, ma si tratta d’un provvedimento precauzionale. Prevalentemente sono studenti universitari o docenti, che vivono fuori sede. Nello specifico 110 persone hanno dato comunicazione al Comune di Milazzo compilando il modulo messo a disposizione dall’Amministrazione e trasmettendolo via mail all’indirizzo mail autoisolamento@comune.milazzo.me.it Altri hanno inviato fatto ricorso ad SMS al numero telefonico 3534056298,  scrivendo, nel testo del messaggio, la parola “autoisolamento”. Il numero complessivo di 280 persone quindi scaturisca dalla somma di coloro che hanno compilato il modulo (110) e il numero dei familiari (170), che vivono con l’autodenunciante e quindi sono costretti pure alla quarantena. Giova ricordare che chi non si autodenuncia rischia una denuncia in Procura da parte degli organi preposti. Nel frattempo il presidente Gianfranco Nastasi ha deciso di sospendere sino al 3 aprile i lavori del consiglio comunale dandone notizia al prefetto, alle forze dell’ordine, oltre che al Sindaco e al Commissario regionale Messina, poiché all’ordine del giorno c’era la trattazione del Conto Consuntivo 2017. Argomento questo non approdato neppure in Commissione, giacché l’organo presieduto dal consigliere Antonio Foti, che ieri mattina doveva riunirsi, ha deciso di far slittare i lavori proprio a seguito della presa di posizione del presidente del civico consesso. Giovedì 12 marzo il Comune di Milazzo darà il via ad una massiccia attività di sanificazione di strade, marciapiedi ed arredo urbano facendo uso di ipoclorito di sodio (cloro) e ozono in concentrazioni utili ad uccidere virus COVID19. I prodotti, che non provocano danni alla salute delle persone e degli animali, saranno sparsi e/o nebulizzati. “Per quanto a noi noto, siamo il primo Comune che in Sicilia ha avviato un'iniziativa di sanificazione su vasta scala. – ha dichiarato il Sindaco Formica – Dopo avere consultato gli esperti, siamo giunti alla conclusione che una sanificazione, come quella che abbiamo programmato, sarà molto utile, unitamente al rispetto rigoroso delle misure imposte dal Governo, per ridurre il rischio di contagio. Per raggiungere l'obiettivo nel più breve tempo possibile, sono stati disposti turni serrati distribuiti nell'intero arco della giornata. Naturalmente la misura riguarderà tutto il territorio comunale”.