La storia di un portafoglio perduto, del suo ritrovamento e della complicata riconsegna al legittimo proprietario

La storia di un portafoglio perduto, del suo ritrovamento e della complicata riconsegna al legittimo proprietario

Oggi ero a via Roma con degli amici, quando a un tratto abbiamo deciso di andare a Piazza Municipio a prendere il treno che ci avrebbe portato a Piazza Garibaldi.

Passiamo i tornelli scendiamo le scale, quando a terra, ai nostri piedi, troviamo un portafoglio. Decido di prenderlo per poi consegnarlo alla Polizia quando saremo scesi a Piazza Garibaldi.

Una volta giunto alla stazione centrale mi reco alla polizia e... niente: il gabbiotto era chiuso. Così decido di trattenermi un po' sul posto fin quando non sarebbe arrivato un poliziotto per consegnargli il portafoglio.

Dopo circa quindici minuti arriva un poliziotto con un berretto e divisa. Gli consegno il portafoglio, gli dico dove l'ho trovato e vado per la mia strada.

Una volta giunto a casa mi piazzo subito al computer cercando il nome del proprietario che aveva smarrito il portafoglio, una ragazza. Cerco un po' tra i vari social e la trovo.

Decido subito di mandargli un messaggio, ma non ho risposta. Così cerco un po' sulla sua bacheca della ragazza e trovo il nome del fidanzato. Decido di contattare lui. Dopo un po' mi risponde e gli spiego la dinamica del fatto e che il portafoglio era adesso in possesso della polizia.

Il ragazzo, una volta giunto sul posto con la fidanzata, si reca al gabbiotto della stazione. Gli dicono che avevano smarrito un portafoglio. La poliziotta di turno gli mostra gli oggetti smarriti, e tra quelli non c'era il portafoglio della ragazza.

I due si mettono in cerca del portafoglio... ma senza esito. Il ragazzo mi chiama e mio chiede se posso andare lì sul posto e vedere se riesco a identificare la persona a cui avevo dato l'oggetto.

Arrivo sul posto e dopo un giro della stazione non troviamo nulla. Cosi lasciamo un recapito telefonico alla poliziotta e, sconfitti, decidiamo di andare via.

Quando siamo in macchina squilla un telefono. Era la poliziotta che diceva di aver trovato il portafoglio. Gioia immensa. Ci rechiamo per l'ennesima volta sul binario. Entriamo nel commissariato e dalle scale scende una persona completamente diversa da quella a cui avevo consegnato il portafoglio.

Volevo avere un chiarimento su quanto accaduto. Perché quel portafoglio non era tra gli oggetti smarriti? Perché dopo tre ore non era ancora stato consegnato? Non sono riuscito a saperlo.

Ulteriori informazioni sullo stesso argomento
josesavoia
Categoria Cronaca
Attendere...