E se Amatrice fosse stata una banca?

E se Amatrice fosse stata una banca?

Le persone, nel Centro Italia, muoiono di freddo, mentre il Paese muore di burocrazia.

Lo Stato non arretra nemmeno davanti al dolore e gli sms solidali sono bloccati nei meandri degli uffici. La gente "normale" contrasta con i poteri sempre più altezzosi ed ingordi dello Stato che le rendono la vita sempre più complicata e difficile.

E allora.... spazio alla fantasia e cominciamo a fare delle ipotesi. Ad esempio, che cosa sarebbe accaduto se Amatrice invece di un paese fosse stata una banca che avesse avuto tra i suoi "abitanti" anche un parente di un ministro?

In quel caso, si sarebbe registrata la stessa inesorabile lentezza per evitare i disagi a persone che, letteralmente, adesso rischiano di morire dal freddo?

Un esempio di populismo oppure, semplicemente, un perfetto esempio di domanda retorica?

Per maggiori approfondimenti
Categoria Cronaca
Attendere...