Greggio, settimana negativa malgrado tanti fattori rialzisti

Greggio, settimana negativa malgrado tanti fattori rialzisti

Per la prima volta da molte settimane, sia il Brent che il WTI hanno chiuso con un bilancio negativo. Il primo è sceso a 70 dollari, il secondo a 62.

Tutto questo mentre le sanzioni Usa ad Iran e Venezuela, la guerra in Libia e gli accordi sui livelli di produzione dei Paesi Opecvfarebbero ritenere più logico un aumento dei prezzi e non certo una loro diminuzione.

Il motivo del ribasso delle quotazioni è dovuto ai livelli di produzione record degli Stati Uniti che hanno raggiunto i 12,3 milioni di barili al giorno, con le scorte che sono addirittura quattro volte maggiori rispetto a quanto gli analisti avessero previsto.

Da capire fino a quando la produzione americana sarà in grado di sostenere la domanda di petrolio. Nel momento in cui questa dovesse iniziare a non essere più sufficiente la quotazione del greggio riprenderà a salire.

Maggiori dettagli da un'altra fonte
Categoria Economia
Attendere...