Caffè verde, motore del metabolismo

Caffè verde, motore del metabolismo

Le proprietà del caffè verde
Il caffè verde è conosciuto per avere proprietà dimagranti perché attiva il cosiddetto processo di termogenesi, cioè un aumento della temperatura del corpo grazie alla quale si brucia una quantità maggiore di calorie e quindi anche di grassi.
Il caffè verde però deve essere ingerito a crudo e non dopo la torrefazione, come avviene per quello che tutti conosciamo.
I suoi chicchi infatti non sono scuri ma verdi perché non vengono affatto essiccati.

Il caffè verde non viene sottoposto alla classica torrefazione, ma la bevanda si di cui tanto si parla si ottiene tramite infusione, come nel caso della camomilla o del te.
Le bustine o un cucchiaino di polpa di chicchi viene fatta decantare in una tazza di acqua che deve essere ben calda, in modo da sciogliere il caffè verde per avere tutti i benefici.
Il caffè verde a cui molte donne si affidano per dimagrire, si può assumere anche sotto forma d'integratore, in modo da essere sicuri del giusto apporto giornaliero.
Che sapore ha il te verde? Proprio per la mancata torrefazione il te verde ha un sapore tendente al "vegetale", che fa pensare a una verdura o curiosamente al mare, per il retrogusto che lo ricorda
molto.
Il caffè verde che invece potreste prendere sotto forma di integratore in compresse invece non ha alcun odore o sapore.


Le dosi del caffè verde per avere gli effetti benefici
Per avere effettivamente riscontri riguardo alla perdita di peso con il caffè verde, è importante seguire con attenzione le dosi consigliate in un giorno, senza mai esagerare.
Sotto forma di integratori bastano anche 3 compresse al giorno, mentre in infusione si può gustare una tazza abbondante.
La tisana a base di caffè verde deve essere bevuta prima dei pasti, almeno mezz'ora.
Anche se il caffè verde non è come quello che beviamo non dobbiamo dimenticare che si tratta comunque di caffè, quindi stiamo assumendo anche in questo caso la caffeina. Non è consigliato abusarne, specie per chi soffre di insonnia o di agitazione.


A cosa serve il caffè verde
Il caffè verde è una sorta di attivatore del motore che per il corpo è rappresentato dal metabolismo.
Il caffè verde accelera il metabolismo, evitando i depositi di grasso. La temperatura sale di pochi millesimi e questo basta per un maggiore consumo di calorie. Succede anche quando si sta facendo uno sport per più di mezz'ora.
Questo però non significa che anche mentre si sta assumendo caffè verde bisogna prendersi più di qualche licenza nella dieta.
I risultati si ottengono solo facendo sempre una regolare attività fisica e una dieta povera di grassi.


I benefici del caffè verde
Ci sono stati molti studi che hanno provato l'efficacia del caffè verde per chi desidera dimagrire, ma anche altri aspetti positivi.
Il caffè verde è anche una bevanda ricchissima di antiossidanti, quindi chi lo beve si manterrà in forma più a lungo e i segni dell'invecchiamento tarderanno a comparire.
Il caffè verde aiuta a dimagrire perché contiene un sostanze chiamate "metilxantine" e tra queste c'è anche la caffeina. Sono le metilxantine che innescano il processo brucia grassi riattivando il metabolismo.
La cosa più interessante è che una volta che i chili saranno persi non si ripresenteranno, a patto di non esagerare con il cibo. I grassi non si depositeranno più nei punti più delicati (fianchi, glutei, cosce, ecc) e la perdita di peso sarà continua.
Il caffè verde favorisce anche la digestione e il transito intestinale. Il motivo sta nel fatto che le secrezioni gastriche tendono ad aumentare.
La combinazione di sostanze nel caffè verde favorisce anche l'eliminazione dei liquidi in eccesso, (la cosiddetta ritenzione idrica), quindi anche della cellulite.
Il caffè verde è anche un ottimo aiuto per chi soffre di diabete II, perché diminuisce i livelli di zuccheri nel sangue e permette di alleviare i sintomi.
Anche il funzionamento del cervello è influenzato in modo positivo dal caffè verde, perché il senso di fame diminuisce, perché gli zuccheri diminuiscono. Tutti gli zuccheri con il tempo creano una sorta di dipendenza, ed è per questo che bisognerebbe assumerne sempre molto poco. E' il calo di zuccheri che invia il segnale della fame al cervello.
Il caffè verde è uno di quei cibi ricchi di antiossidanti, dunque chi ne beve rimarrà fisicamente giovane più a lungo.
La pelle in particolare risente di quelle sostanze che la rendono giovane, tonica e fresca.
Chi beve caffè verde avrà tendenzialmente una vivacità intellettiva molto migliore rispetto ad altri a parità di età.
Anche gli sportivi possono assumere il te verde, per avere una carica di energia durante le competizioni.


Le controindicazioni del caffè verde
Il caffè verde proprio per la sua composizione dimagrante non può essere ingerito dai bambini, per cui i genitori devono supervisionarli.
Non è consigliato come bevanda per le donne in gravidanza perché la caffeina ingerita dalla madre può portare a un'accelerazione del battito cardiaco del neonato.
Non va bene neppure se i pazienti soffrono di ansia, perché la caffeina aumenta la probabilità degli stati ansiosi, che sono una condizione assai spiacevole.
Il caffè verde non è consigliato a chi soffre di pressione alta. Allo stesso modo del caffè torrefatto,
quello verde può provocare anche insonnia, specie se bevuto in serata.

marcoone
nella categoria Salute
Attendere...