Quando il meteo era una cosa seria in Garfagnana... parole, detti e come si prevedeva il tempo senza avere la T.V

80 voti Le condizioni del meteo, oggi, sono importanti per il nostro viver quotidiano, ma al tempo che in fu in Garfagnana erano invece di vitale importanza. Una stagione più o meno buona significava mettere a repentaglio l'andamento familiare, un raccolto andato male per la troppa acqua o per il troppo caldo avrebbe significato il mancato sostentamento per la famiglia. È proprio per quello che nella… Inserita da piemme71 6 giorni fa

"Gli uomini della neve": un antico mestiere sulle vette delle Apuane

71 voti Una volta fra le svariate possibilità di conservare il cibo ne esisteva una che si poteva attuare solo in zone montane come la Garfagnana. Esisteva infatti l'uso di seppellire il cibo nella neve, oppure raccogliere la stessa e riempire le cantine o delle piccole grotte naturali, realizzando di fatto una primitiva ghiacciaia, ed ecco così per questo motivo nascere nella nostra valle un antico e… Inserita da piemme71 13 giorni fa

Il dramma della steppa. Alpini garfagnini in Russia 1942-43.

72 voti Nella Campagna di Russia del 1942,l'Italia ebbe un bilancio spaventoso e pagò un prezzo altissimo con la scellerata decisione di immischiarsi in quello che ancora oggi rimane uno dei più grandi scontri militari della storia. Trentamila soldati rimasero feriti, ottantamila furono uccisi, rimasero dispersi o furono presi prigionieri. Fra tutti questi grandi numeri rimane però uno, il più piccolo,… Inserita da piemme71 19 giorni fa

Una bontà tutta garfagnina, la farina di neccio. Le sue origini e la sua storia

82 voti Ormai ci siamo, la nuova farina di neccio sta per uscire dai metati, pronta per succulenti manicaretti: il castagnaccio, le frittelle e la prelibata polenta. Questa bontà è stata la salvezza dei garfagnini in svariate epoche storiche, per questo che anche lei merita la sua storia e una sua identità che va ricercata intorno all'anno mille, quando con l'aumento della popolazione garfagnina ci fu… Inserita da piemme71 23 giorni fa

Sulle orme di Pietro da Talada, un pittore del quattrocento in Garfagnana

69 voti Una storia misteriosa quella di Pietro da Talada, una storia che si perde nei meandri del tempo e che diventa quasi leggenda, un pittore dalla spirito quasi francescano che dipinge fra i poveri e per i poveri e che realizza questa opere in chiese solitarie e sperdute. Capolavori per un popolo di boscaioli e pastori, un pugno di opere che ci fanno capire la levatura di un pittore prodigioso che… Inserita da piemme71 27 giorni fa

Famiglie, guerre e alleanze... l'epico medioevo in Garfagnana

78 voti Guerre, alleanze, castelli, fortezze e intrighi vari: questo era il medioevo in Garfagnana. Una terra divisa in feudi, ognuno arroccato a difendere la sua terra. Gherardinghi, Suffredinghi, Rolandinghi, non è uno scioglilingua ma erano le potenti famiglie che facevano il bello e brutto tempo in Garfagnana. Un viaggio nella storia locale di oltre mille anni fa, nelle battaglie e nelle armi che si… Inserita da piemme71 34 giorni fa

La Grande Guerra: lettere dal fronte di soldati garfagnini

66 voti Domani è il 4 novembre, una volta a scuola si faceva festa perchè si ricordava con enfasi e con retorica pomposa la vittoria italiana della I guerra mondiale. Il generale Diaz con uno bollettino e una lettera alla Nazione annunciava: "L'Esercito Austro-Ungarico è annientato:...I resti di quello che fu uno dei più potenti eserciti del mondo risalgono in disordine e senza speranza le valli che… Inserita da piemme71 37 giorni fa

La paura fa novanta...Credenze e tradizioni sulla morte

76 voti Siamo all'approssimarsi del 2 novembre, commemorazione dei defunti. Una data che ci riporta anche ad antiche tradizioni  di cui si è perso memoria. Guardiamo allora qual'era il rapporto della Garfagnana e la sua gente con la morte, quali erano gli usi e i costumi con cui si affrontava questo triste evento. Consuetudini che a noi oggi ci possono sembrare stranezze o stramberie… Inserita da piemme71 41 giorni fa

Il delitto Pascoli: intrighi, poesia e il "nido" di Castelvecchio

82 voti Rimane uno dei misteri d'Italia, l'assassinio di Ruggero Pascoli, il padre più famoso della storia della letteratura italiana. Ad oggi infatti i mandanti e gli esecutori di questo omicidio (che ispirò una delle più belle poesie mai scritte:”la cavalla storna”) non sono ancora chiari. Questa morte (alle quale nel giro di poco tempo seguirono quella della madre e di altri tre fratelli) non diede mai… Inserita da piemme71 46 giorni fa

Il cammino della storia: sentieri di guerra garfagnini, oggi sentieri di pace

78 voti Un corrispondente di guerra americano nell'inverno del 1944 cosi disse: “Sono nel posto più bello del mondo”. Era di fronte alla magnificenza delle Alpi Apuane. Eppure eravamo in piena guerra mondiale, i sentieri delle nostre montagne da luoghi pacifici erano diventati percorsi di guerra, di imboscate e veloci ritirate. Oggi gli stessi sentieri sono tornati ad essere cammino di pace. Guardiamo… Inserita da piemme71 46 giorni fa

"La scienza dei poveri". L'uso degli "erbi" nella medicina popolare garfagnina

85 voti Era chiamata “la scienza dei poveri”, meglio conosciuta però come medicina popolare. La Garfagnana era una delle culle di questa pratica perchè aveva i due requisiti fondamentali: le erbe adatte e...la povertà. D'altronde i dottori erano rari e le medicine vere e proprie costavano care, però il garfagnino aveva l'innata sapienza della conoscenza degli “erbi”. Allora facciamo un viaggio nella… Inserita da piemme71 46 giorni fa

"Il risotto romagnolesco". Una singolare ricetta (in versi) di Giovanni Pascoli del 1905

89 voti I programmi televisivi sulla buona cucina imperano in ogni dove e già nel 1905 dalla sua casa di Castelvecchio Giovanni Pascoli era già avanti nei tempi, infatti invia ad un caro amico una sorta di “poesia-ricetta” di un risotto cosiddetto “romagnolesco”, in una specie di sfida poetico culinaria. Un Pascoli inedito, diverso dal solito che ci propone non le sue bellissime poesia ma una ricetta.… Inserita da piemme71 14 febbraio 2018

Minatori e miniere. La loro storia e delle antiche miniere di ferro di Fornovolasco

86 voti Abbiamo sempre saputo della dura vita dei cavatori di marmo delle Apuane, ma mai, o almeno in pochi, abbiamo sentito parlare dell'altrettanto dura vita dei minatori della Garfagnana. Già nel 1300 a Fornovolasco prese vita il primo centro siderurgico della Valle che nei piani di Ercole I duca di Modena doveva far concorrenza a centri della valli lombarde, infatti nei dintorni del paese (che prende… Inserita da piemme71 7 febbraio 2018

Il Cristoforo Colombo garfagnino. Vincenzo Micheli e il fagiolo fico di Gallicano

97 voti Una storia unica ed originale.Chi l'avrebbe mai detto che un ortaggio che oggi è fra le eccellenze alimentari della Garfagnana a fine 1800 fosse stato importato clandestinamente dagli Stati Uniti alla Valle del Serchio? Questa è la storia del fagiolo fico di Gallicano e del suo “scopritore” Vincenzo Micheli che con uno stratagemma ben studiato riuscì ad eludere tutte le frontiere e a far arrivare… Inserita da piemme71 31 gennaio 2018
  • 1 (current)
  • 2
  • 3
  • 4