“Veneto Azzurro”, al via la campagna contro il tumore della prostata

“Veneto Azzurro”, al via la campagna contro il tumore della prostata

Fincopp Veneto (Federazione Italiana Incontinenti e Disfunzioni del Pavimento Pelvico) promuove la campagna “Veneto Azzurro” dedicata alla sensibilizzazione sul tumore della prostata.                                                    Le stime, relative all'anno 2017, parlano di 34.800 nuovi casi l'anno in Italia, ma il rischio che il tumore abbia un esito infausto per il paziente è minimo, questo grazie anche, e soprattutto, alla prevenzione e alla diagnosi precoce.

Per un uomo affrontare la consapevolezza di avere un tumore alla prostata non è facile. Oltre alla patologia, egli deve anche affrontare i vari effetti collaterali che insorgono con i vari trattamenti: sia farmacologico, sia chirurgico, sia radioterapico. Spesso, dopo il trattamento della patologia si verificano effetti indesiderati, che prevalentemente si traducono in problemi di incontinenza urinaria, disfunzione erettile e l'assenza di eiaculazione. Tutto questo, in un uomo, si traduce in un grave disagio a livello psicologico e relazionale, con pesanti ricadute sulla qualità della vita.                                                             

La campagna regionale, che coinvolge le Aziende Ulss e Ospedaliere del Veneto, si basa su due iniziative: consulenza e visita urologica gratuita e una giornata informativa tesa a diffondere la cultura della prevenzione del tumore della prostata tra la popolazione maschile.

Per quanto riguarda la prima iniziativa, essa si basa principalmente sul colloquio tra l’assistito e il medico specialista. Nello specifico, nella lunga conversazione il medico specialista traccerà un quadro dell'assistito alla luce dello stile di vita, della storia personale e familiare e dei sintomi che riferisce. Dopo aver raccolto l'anamnesi, il medico urologo procederà all'esame obiettivo e successivamente valuterà se consigliare all'assistito di sottoporsi ad ulteriori accertamenti. La comunicazione tra medico e assistito è un importante strumento per migliorare la qualità complessiva dell'assistenza. Occorre, quindi, che la voce dell'assistito abbia il medesimo peso di quella del medico, inoltre, non dobbiamo dimenticare che il colloquio è un atto che coinvolge attivamente due attori, e prevede la costruzione di un rapporto di fiducia e rispetto da entrambe le parti.

A dare il via alla campagna “Veneto Azzurro” è stata la città di Mestre. L’Ospedale dell'Angelo ha dedicato tre giorni (3 dicembre, 4 dicembre e 6 dicembre) alla prevenzione, con consulenze e visite completamente gratuite in ambito urologico.                                                                           

Obiettivo della campagna regionale è sensibilizzare la popolazione maschile sull'importanza della prevenzione: primaria (adozione di corretti stili di vita) e secondaria (promozione di una cultura della diagnosi precoce) e suscitare un maggiore interesse e una maggiore attenzione e responsabilità verso la propria salute. 

Matteo Bruno
(Comitato Scientifico)
Email: fincopp.veneto@gmail.com

Attendere...