166° Anniversario della Fondazione della Polizia di Stato al Duomo di Salerno

166° Anniversario della Fondazione della Polizia di Stato al Duomo di Salerno

Il Tema celebrativo di quest’anno, come negli anni scorsi, è “Esserci Sempre”

Questa mattina nel Porticato del Duomo di Salerno, con inizio alle ore 10.45, alla presenza delle Autorità Civili, militari e religiose, si è tenuta la Cerimonia del 166° Anniversario della Fondazione della Polizia di Stato.

La “Festa della Polizia”, che anche quest’anno è caratterizzata dallo slogan “Esserci Sempre”, è iniziata con la lettura dei messaggi del Presidente della Repubblica, del Ministro dell’Interno e del Capo della Polizia – Direttore Generale della Pubblica Sicurezza.

Dopo la rassegna del reparto di formazione, il Vicario della Questore della Provincia di Salerno, dott. Pio Amoriello, insieme al Vice Prefetto Vicario Reggente della Provincia di Salerno, dott. Giuseppe Forlenza, hanno sfilato davanti ai reparti.

Subito dopo, il dott. Amoriello ha preso la parola ed ha tenuto il discorso di rito.

Nella fase successiva si è proceduto alla premiazione degli appartenenti alla Polizia di Stato che si sono particolarmente distinti in attività di servizio.

A seguire sono stati resi gli Onori ai Caduti della Polizia di Stato  e sono stati eseguiti alcuni brani musicali (Canto di Libertà – Tapum – La Bandiera dei Tre Colori e Il Canto degli Italiani) da parte del Coro delle Voci Bianche del Teatro Verdi di Salerno, costituito da alunni e studenti delle Scuole Primarie e Secondarie di Primo Grado della Provincia di Salerno.

Durante la Cerimonia, inoltre, il Concerto Bandistico Città di Cava de’ Tirreni ha eseguito alcuni brani musicali.

L’evento è stata l’occasione per fare il punto sull’attività istituzionale della Polizia di Stato in Provincia di Salerno ed a tal fine sono stati diffusi i relativi dati statistici:

Nell’ultimo anno una particolare attenzione è stata dedicata alle c/d fasce deboli, attraverso un sensibile incremento degli ammonimenti emessi nei confronti di soggetti che hanno posto in essere atti persecutori nei confronti di donne, le cui libertà sono state condizionate dalle loro condotte.

In aumento i provvedimenti Daspo  per coloro che hanno tenuto comportamenti illeciti nell’ambito di manifestazioni sportive e soprattutto il c/d Daspo Urbano nei confronti dei parcheggiatori abusivi – alcuni sono stati anche arrestati per il loro comportamento minaccioso.

Numerosi sono stati i servizi di Ordine Pubblico in città ed in provincia  assicurati per il pacifico svolgimento di manifestazioni di vario tipo, soprattutto sociali e  sportive.

Alcuni di essi  sono risultati  particolarmente delicati, ma la capacità, la professionalità e l’impegno dei Dirigenti, dei Funzionari e degli operatori della Polizia hanno consentito che si svolgessero senza alcuna turbativa dell’Ordine Pubblico, grazie ad una significativa capacità di mediazione .

Sempre in materia di prevenzione non si può non sottolineare lo straordinario impegno della Polizia di Stato posto in essere  in occasione dei diversi sbarchi di migranti salvati nel mediterraneo e che hanno interessato il nostro porto.

Sono stati accolti bambini, donne e uomini con un grande senso di umanità che onora le nostre divise coniugando le ineludibili esigenze di sicurezza che dovevano essere prestate al caso.

Oltre 5.500 persone sono state soccorse lo scorso anno.

Numeri impressionati che dimostrano il grande sforzo che la Polizia di Stato, insieme alle tante altre componenti istituzionali e del volontariato, ha profuso in queste attività così rilevanti e significative.

Le esigenze di sicurezza hanno comportato 375 espulsioni  di cui 36 accompagnamenti alla Frontiera o presso i Centri di Permanenza Temporanei.

In Città e in provincia sono state controllate 36.372 persone e 22.994 veicoli, di cui 84.245 con il sistema “ Mercurio” con 9.473 posti di controllo.

In materia di repressione dei reati, l’azione della Polizia di Stato, guidata dalla nostra attenta magistratura, ha consentito l’arresto di 378 persone, e la denuncia di 1.415, mentre la Squadra Mobile ha eseguito 69 provvedimenti cautelari (tra cui numerosi nei confronti di immigrati), in 6 distinte operazioni (di cui una insieme al Commissariato di Sarno) finalizzate alla repressione delle sostanze stupefacenti, (azione repressiva effettuata anche sul lungomare insieme alle nostre volanti), in città e nell’agro Nocerino Sarnese, alle estorsioni, rapine e furti nonché al sequestro preventivo di beni per un valore di circa 1.5 milioni di euro.


Significativo, inoltre, lo smantellamento di una banda specializzata nelle rapine ai furgoni portavaloriresponsabile di ben 5 rapine nelle province di Salerno, Napoli, Foggia ed Avellino grazie all’0esecuzione di 19 O.C.C. 

Attendere...