Meghan Markle, una femminista a Corte

Meghan Markle, una femminista a Corte

Sabato è il giorno del wedding party. Scopriamo chi sia la famiglia della sposa, i Markel, dato che riguardo quella dello sposo ci sono intere enciclopedie ad occuparsene.

Che la famiglia di Meghan fosse un po’ anticonvenzionale lo si era capito sin dall’annuncio delle nozze, con il padre invitato, che prima aveva accettato di partecipare e poi aveva declinato l'invito con una clamorosa bugia sul suo stato di salute, ma in realtà perché offeso perché il principe Harry non avesse chiesto a lui la mano della figlia.

La sorellastra di Meghan Markel non parteciperà neppure lei alle nozze, ma in compenso ha pensato bene di pubblicare un libro dove parla solo male di Meghan... in cambio dei diritti sulle vendite.

Il fratellastro, che in passato ha avuto guai con la giustizia, ha pensato bene, anche lui, di scrivere una lettera allo sposo cercando di dissuaderlo dall'unirsi in matrimonio con Meghan, affermando che sarebbe stato il più grande errore della sua vita.

Unica invitata alla cerimonia, la madre, punto di forza della bella attrice ed a cui Harry ha chiesto in sposa la figlia.

Oggi Meghan è una giovane donna molto chiacchierata, ma è stata una femminista, con un forte impegno contro il sessismo e gli stereotipi, fin da giovanissima, praticamente una bambina, quando partecipò ad una trasmissione tv per denunciare il binomio donne pentole veicolato nel messaggio non certo subliminale di uno spot pubblicitario. Meghan si sentì turbata, per il trattamento riservato alle donne, viste come sottomesse e sempre in lotta per guadagnarsi un posto nella società.

Nel 2015 intervenne alle Nazioni Unite con un discorso sull'uguaglianza delle donne dichiarando che “una donna vale quanto il marito, una sorella quanto il fratello. Nessuno è peggiore o migliore, entrambi sono uguali.”

Anche se Meghan Markel difficilmente potrà continuare ad essere un'attrice, avrà però la possibilità di fare qualcosa di grande, battendosi per i diritti delle donne con maggiore visibilità, approfittando del "ruolo istituzionale" da lei acquisito convolando a nozze con Sua Altezza Reale il Principe Henry Charles Albert David, duca di Sussex, conte di Dumbarton e barone di Kilkeel... e chi più ne ha più ne metta!

Attendere...