FIGLIO MIO, TI DIFENDO A MORSI - Aggredito animatore camping da genitore infuriato - Aveva rimproverato il figlio

FIGLIO MIO, TI DIFENDO A MORSI - Aggredito animatore camping da genitore infuriato - Aveva rimproverato il figlio

In ogni branco che si rispetti, i cuccioli vanno difesi, ce lo insegna madre natura.

E, come in ogni branco - appunto - la difesa passa per le mani, o meglio per i denti.

Ma il branco ci insegna anche che ai cuccioli si tramandano determinate informazioni: se fossimo leoni, ci verrebbe insegnato a cacciare; se fossimo gazzelle, impareremmo l'arte della fuga repentina; in entrambi i casi, si impara a stare insieme, il più delle volte possibilmente senza generare conflitti, una volta determinati i ruoli.

Nel branco degli umani, a cui dovremmo in teoria appartenere, queste caratteristiche ci sono tutte, o almeno dovrebbero, mitigate però da quella patina di civiltà che dovrebbe essersi consolidata in due millenni e passa di esistenza.

TI STACCO A MORSI L'ORECCHIO

Quindi, è corretto difendere i nostri piccoli, se crediamo siano in pericolo o sopraffatti da qualcuno di più forte, ma è altrettanto corretto trasmettere ai nostri figli quel sano concetto di educazione e rispetto, che oggi latita molto spesso.

Gli accadimenti? Camping a Riccione, in cui si trascorrono le ferie - e che ha regole ben precise che dettano una civile convivenza - : bambino che sembra si sia comportato male; animatore che lo rimprovera; genitore che - dopo aver generato una furiosa discussione - stacca a morsi l'orecchio all'animatore.

Il malcapitato è stato ricoverato ed immediatamente sottoposto ad un delicato intervento chirurgico per la ricostruzione del padiglione auricolare.

L'Aggressore è ovviamente in stato di fermo, per lesioni personali gravissime.

Noi, di fronte a questi fatti, molto probabilmente regrediamo all'età della clava.

catiadag
nella categoria Cronaca
Attendere...