La Spectre non è nulla a paragone del Movimento 5 Stelle

La Spectre non è nulla a paragone del Movimento 5 Stelle

Al di là di tutto, in Italia una certezza l'abbiamo, almeno a sentire buona parte, se non tutta, dell'informazione del nostro paese. Qualunque cosa da noi accada in negativo è colpa del Movimento 5 Stelle. In fondo è bello poter vivere di certezze.

Non che l'informazione in Italia sia in grado di rendersene conto e di dimostrarlo autonomamente... questo sarebbe chieder troppo, soprattutto a certa stampa e a certi giornalisti. Ci pensa però un signore a dettare alla stampa notizie e contenuti. Un signore che qualche giorno fa è tornato alla guida del Partito Democratico e si sta dando da fare per tornare alla guida del paese.

È stato sufficiente che all'Assemblea Nazionale del PD, dove veniva ufficializzata la sua nomina a segretario, Matteo Renzi dicesse che Roma è sporca e che la prossima domenica sarebbero stati quelli del PD, in maglietta gialla a pulirla, che subito si è scatenata la corsa al supporto di quanto aveva detto il neo segretario.

Il presidente della regione Lazio, Nicola Zingaretti, sferza il sindaco Virginia Raggi a fare di più. Per il sindaco risponde l'assessore alla sostenibilità ambientale Pinuccia Montanari che, rivolgendosi ai romani, nega qualsiasi emergenza rifiuti, salvo ricevere via social foto di cassonetti circondati da cumuli di spazzatura che, ovviamente, vengono fatti passare come la normalità quotidiana per la città.

L'informazione supporta la teoria rilanciando foto e filmati presi della rete... in questo caso, trattandosi dei 5 Stelle, non sono necessarie verifiche ed approfondimenti, la post verità non è più un problema di cui preoccuparsi. In fondo, un'esponente del PD, Moretti, aveva affermato che un bimbo era morto a Roma perchè era stato morso da un topo... in diretta tv. Quindi, perché dannarsi a cercar notizie quando queste vengono fornite già confezionate e pronte all'uso?

Ma a pensarci bene, visto che adesso il problema di Roma pare essere solo la spazzatura, devo però immaginare che un successo l'amministrazione Raggi sia riuscito ad ottenerlo. Infatti, rispetto ai disastri della capitale, da tempo il PD si è dimenticato di ricordare quello delle buche nelle strade. Evidentemente a questo non possono più far riferimento ed è probabile che il problema sia stato finalmente risolto o in via di risoluzione... dopo decenni.

Inutile chiederlo a giornali e tv che, dopo non essersi accorti di quanto stava accadendo a Roma durante le amministrazioni di Rutelli, Veltroni, Alemanno e Marino, adesso pretendono da una persona, Virginia Raggi, che risolva in pochi mesi vent'anni di malgoverno di (pseudo)sinistra e di destra.

In ogni caso, la sindaca di Roma ha comunque rilasciato la seguente dichiarazione sulla vicenda: "Nessuno scarica barile sui rifiuti. Siamo impegnati per ripulire Roma con una task force straordinaria ed entro questa settimana la città tornerà alla normalità grazie alla apertura “24 ore su 24” degli impianti di Ama e al lavoro dei suoi dipendenti.

Non possiamo, però, soprassedere sulle responsabilità di chi ha permesso che si arrivasse a bloccare il sistema di gestione: le conseguenze sono disagi per i cittadini, immagini di cassonetti ricolmi ed un lavoro extra per l’azienda. 
Roma Capitale raccoglie i rifiuti e li trasferisce negli impianti di trattamento Tmb. Da qui, non possono partire i camion di rifiuti trattati perché la Regione non ha previsto impianti sufficienti e, addirittura, non autorizza l'incremento della capienza di quelli esistenti
Non lo diciamo noi ma il Governo: l’impiantistica del Lazio è sottodimensionata. E, inoltre, dal 2012 la Regione Lazio non ha ancora adottato un nuovo Piano Rifiuti Regionale, né ha approvato la tariffa per lo smaltimento.
Noi i rifiuti li raccogliamo ma non ci permettono di portarli via dalle strade. Renzi dove immagina di portarli? Magari farebbe bene a trasferirli davanti al palazzo della Regione. Piuttosto, intervenga sui suoi uomini e svegli il Pd del Lazio dal torpore nel quale si trova."

A proposito, ma perché Matteo Renzi si preoccupa di pulire Roma e non di pulire prima di tutto la sporcizia all'interno del Partito Democratico? A Terni, in un solo giorno, sono stati arrestati sindaco e assessore, causa appalti. E non solo gli unici. Motivi per darsi da fare ce ne sono... perché non fa niente in proposito e, soprattutto, perché stampa e tv non gliene chiedono conto?

Monica Maggiolini
nella categoria Politica
Attendere...