Simbiosity, il collante tra startup e aziende

Simbiosity, il collante tra startup e aziende

Per innovare non c’è altro posto che Milano. Per questo Simbiosity non poteva che nascere sotto la Madonnina. L’idea da cui è nata quest’impresa è molto innovativa: punta infatti a mettere in comunicazione le aziende con le startup. Due mondi che dovrebbero toccarsi, ma che non riescono spesso a trovarsi se non quando è troppo tardi.

“Dal nostro Innovation Tracking System (ITS), che mappa tutte le 20.000 realtà innovative in Italia, risulta che il 25% delle Startup italiane risiede in Lombardia e di queste il 50% a Milano – spiegano dall’azienda - Milano rappresenta il polo principale dell’innovazione in Italia ed è il terreno ideale per lo sviluppo del nostro business a supporto dell’intero Sistema Paese”.

E proprio da questo motivo sono partiti dal cuore produttivo della Lombardia per le loro attività che negli anni a supportare aziende come il Gruppo Iccrea nella definizione del modello d'innovazione, o a essere partner di B-Heroes, docuserie televisiva dedicata alla crescita di Startup e imprenditori, offrendo, attraverso il proprio Innovation Assessment, il suo contributo di accelerazione in ambito HR e Organizzazione.

Il lavorare alacremente ha portato Simbiosity a gestire circa 80 progetti d’innovazione. Di questi, la metà dei progetti sono dedicati in parte alla ricerca e all’inserimento di singoli professionisti e in parte alla ricerca di team innovativi. Ad oggi, sono decine le persone che hanno trovato un impiego o hanno visto sviluppare la propria startup in qualcosa di diverso.  

E tutto in poco tempo: Simbiosity è un’azienda italiana, fondata a fine febbraio 2016 da Renzo Noceti (già riconosciuto protagonista dell’executive search in Italia), Marco De Palma (imprenditore con una forte conoscenza del mondo dell’innovazione, già fondatore e direttore di Withfounders) e Filippo Zanetti (con un’esperienza in ambito supply chain di oltre 26 anni in aziende multinazionali e da oltre 5 anni attivo business angel e mentor dei principali acceleratori italiani).

Una storia di successo anche grazie all’uso di metodologie e tecniche moderne: “Da un lato, in Italia, le imprese di ogni dimensione necessitano assolutamente e urgentemente di innovazione; dall’altro lato, la maggior parte delle startup, che potrebbe dare contributi fondamentali, non riesce a decollare, causando una dispersione di know how semplicemente non sostenibile, insopportabile per un’economia come la nostra. Quando abbiamo avviato Simbiosity, abbiamo assunto il compito di fare da ponte tra queste due realtà - spiega Renzo Noceti - Per affrontare questo duplice problema, l'azienda ha sviluppato un originale sistema di monitoraggio dell’innovazione, ITS - Innovation Tracking System: una tecnologia che aggrega i dati esistenti di circa 20.000 realtà innovative italiane e li rielabora attraverso un algoritmo di intelligenza artificiale, catalogandole secondo 25 criteri diversi, ulteriormente aggregabili”.

Attendere...