Analisi Transazionale e Comunicazione Assertiva, due strumenti infermieristici per sostenere la relazione d’aiuto.

Analisi Transazionale e Comunicazione Assertiva, due strumenti infermieristici per sostenere la relazione d’aiuto.

Analisi Transazionale e Comunicazione Assertiva, due strumenti infermieristici per sostenere la relazione d’aiuto.

L'Infermiere è il professionista sanitario responsabile dell’assistenza infermieristica che si realizza anche attraverso interventi relazionali e non solo tecnici, nello specifico tramite la “Relazione d’Aiuto”. L’analisi Transazionale e la comunicazione assertiva sono due strumenti di ottimo supporto.
La relazione d'aiuto è volta alla crescita e all'autonomia dell'altro
Due strumenti infermieristici per sostenere la relazione d’aiuto
La relazione d'aiuto è quell’interazione tra due o più persone in cui l'uno promuove la crescita dell'altro.
L'espressione “relazione d'aiuto” è un modo per indicare un intervento di supporto allo sviluppo del sé, alla comprensione delle proprie motivazioni e predilezioni ed in questo contesto l’analisi transazionale - una teoria psicologica elaborata intorno agli anni ’60 - e la comunicazione assertiva - la capacità di esprimere in maniera chiara ed efficace le proprie emozioni ed idee, senza calpestare ed offendere gli altri - possono essere utili strumenti per comprendere i pensieri ed i sentimenti dei pazienti.
La parola “aiuto” inclusa nell' espressione “relazione d'aiuto” indica l'impegno profuso da colui che reca aiuto per sviluppare nell'altro la consapevolezza di sé ed emanciparlo.
L'aiuto si orienta in direzione della crescita e dell'autonomia dell'altro. Quindi, per mettere la persona nella condizione di sentirsi accolta, colui che offre una “relazione di aiuto” deve essere consapevole del suo modo di comunicare coinvolgimento ed empatia nei suoi confronti.
La comunicazione è una attività sociale, alla base dell’interazione sociale e delle relazioni fra individuo e gruppi, oppure, uno scambio interattivo fra due o più persone.
La comunicazione ha una funzione relazionale, perché genera, rinnova e modifica le relazioni umane attraverso lo scambio interattivo di significati sulla base di sistemi simbolici e di segnalazione.
La comunicazione assertiva fa sì che il soggetto operatore non si lasci trascinare dalla corrente incontrollata degli eventi, ma li domini con energia ed ingegno, riuscendo ad esprimere sempre il meglio di sé e delle proprie capacità.
Comunicare assertivamente significa reagire con prontezza costruttiva ed è l’alternativa migliore che possiamo scegliere di fronte ad un paziente
L’assertività è quindi uno strumento finalizzato a rendere più equi i nostri rapporti interpersonali, mettendoci in grado di agire nel nostro migliore interesse e di difenderci senza ansia, di manifestare con facilità ed onestà le nostre sensazioni, di evitare l’umiliazione che avvertiamo quando non riusciamo ad esprimere chiaramente quello che proviamo e soprattutto di esercitare i nostri diritti senza negare quelli altrui.
Gli infermieri nello svolgimento del proprio lavoro devono essere, fra le altre cose, anche comunicatori assertivi e sono chiamati a confrontarsi ogni giorno con una molteplicità di individui che esprimono desideri, paure e tensioni.
L’analisi transazionale, teoria psicologica elaborata intorno agli anni ’60 dallo psichiatra Eric Berne, può essere, come la comunicazione assertiva, un utile strumento per comprendere i pensieri e alcuni dei sentimenti dei pazienti e, quindi, per fornire loro una risposta adeguata in termini di assistenza e di cura.
L'Analisi Transazionale (AT) è una teoria psicologica che offre un modello per capire come funzioniamo e come esprimiamo la nostra personalità in termini di comportamento, pensieri ed emozioni; è una teoria della comunicazione utile per migliorare le nostre relazioni con le altre persone ed è anche una teoria dello sviluppo infantile per comprendere le origini di alcuni nostri schemi di comportamento.
Gli infermieri nello svolgimento del proprio lavoro sono chiamati a confrontarsi ogni giorno con una molteplicità di individui che esprimono desideri, paure e tensioni; l’analisi transazionale, assieme alla comunicazione assertiva, possono essere utili strumenti per fornire un’assistenza mirata ed efficace.

Bibliografia
-Ciao!... E poi? - Eric Berne, Ed. Tascabili Bompiani Rcs, Milano 2000
-A che gioco giochiamo,Eric Berne, Ed. Tascabili Bompiani Rcs, Milano 2000
-Manuale di Counselling. Guida pratica per i professionisti – Rodolfo Sabbatici. Ed. Franco Angeli, 2009
-Assertività e training assertivo. Teoria e pratica per migliorare le capacità relazionali dei pazienti. Francesca Baggio. Franco Angeli, 2013

Categoria Salute
Attendere...