Garcinia, la pianta catturagrassi

Garcinia, la pianta catturagrassi

Cos'è la Garcinia?
La garcinia è una pianta con dei frutti verdi molto simili a una piccola zucca. Si trova soprattutto nel sud est asiatico. Le sostanze benefiche riconosciute a questa pianta si trovano soprattutto nella buccia, dalla quale vengono estratti i principi attivi che poi si ritrovano soprattutto negli integratori.
La sostanza che ha reso in qualche modo famosa la garcinia è l'acido idrossicitrico, che agisce nell'organismo come termo attivatore, cioè bruciando i grassi con l'innalzamento della temperatura corporea.

L'acido idrossicitrico agisce direttamente sul metabolismo, accelerando il lavoro che compie ogni giorno e favorendo cosi un consumo di energie maggiore e bruciando più calorie. Se le calorie il grasso non si accumula.


Come agisce sul metabolismo la garcinia
La garcinia quindi l’acido idrossicitrico agisce principalmente riducendo il senso di fame. Questa caratteristica della garcinia era conosciuta fin dalla notte dei tempi dalle popolazioni dove la pianta si trova facilmente.
Il suo potere saziante è stato sempre utilizzato in quei casi in cui bisogna resistere all'istinto di mangiare, ed ecco perché in occidente è considerata un vero portento per evitare i pasti fuori orario.
L'azione dimagrante viene favorita anche dalla riduzione del il glucosio, cioè lo zucchero che concorre a formare il grasso. Ecco perché la garcinia è utile anche per contrastare la cellulite.
Assumere la garcinia sotto forma di compresse con gli integratori è uno dei modi per riuscire a seguire una dieta senza fare gradi sacrifici.


I benefici della garcinia sull'organismo
La garcinia non è soltanto una pianta dalla quale si estrae l'acido idrossicitrico per riattivare il metabolismo e perdere peso.
La sua azione benefica riesce anche a regolare i livelli di colesterolo. Chi soffre di livelli di colesterolo alto può assumere la garcinia per abbassarli e per prevenire alcune malattie cardiovascolari. Abbassare il colesterolo significa difendersi da malattie pericolose come infarto, ictus, trombosi, ecc
Le placche di colesterolo, infatti, tendono a depositarsi sulle pareti delle arterie, specie quelle cardiache e possono arrivare a restringerle fino a chiuderle, con conseguenze anche fatali.
Se la garcinia abbassa il colesterolo, di conseguenza si abbasserà anche la pressione arteriosa, che è un altro fattore di rischio che bisogna tenere sempre sotto controllo.
Anche i livelli degli zuccheri si abbassano e per questo assumere la garcinia potrebbe servire a prevenire il diabete o aiutare quelli che sanno già di averlo.
La garcinia agisce anche sull'umore nel senso che lo migliora, perché riduce la produzione di cortisolo, un ormone entra in circolo nell'organismo quando siamo sotto stress.
Anche il cervello è stimolato a produrre la serotonina, che insieme al cortisolo predispongono a un atteggiamento positivo.


La garcinia da assumere ogni giorno
Anche se si stratta degli estratti di una pianta, quindi di qualcosa che è assolutamente a base naturale, bisogna conoscere il dosaggio giornaliero per avere i benefici appena elencati.
La dose consigliata è di 500 mg fino a un massimo di 1500 mg al giorno.
Ogni capsula di solito corrisponde a 500 mg, quindi se si vuole assumere la quantità massima giornaliera, si possono ingerire fino a 3 compresse.
Superare questo limite vorrebbe dire in qualche modo compromettere gli effetti benefici e andare incontro a malesseri.
Se si ha bisogno di avere maggiori informazioni in base al proprio stato di salute generale, basta parlarne con il medico curante.
Le compresse a base di garcinia vanno assunte sempre prima dei pasti, almeno mezz'ora, con un bicchiere d'acqua.
Non c'è una dieta consigliata da seguire, ma per avere ottimi risultati il consiglio è quello di seguire una dieta povera di grassi e ricca di frutta e verdura e anche di svolgere un'attività fisica anche leggera, per mantenesi in forma. I risultati così saranno visibili in tempi più veloci e la soddisfazione sarà maggiore.


Controindicazioni ed effetti collaterali della garcinia
La garcinia e gli integratori che si trovano in commercio hanno diversi benefici, ma non sono adatti a tutti.
Ci sono infatti degli aspetti importanti da considerare per chi per esempio soffre di ipertensione e diabete.
Queste persone solitamente seguono una terapia medica per mantenere sotto controllo i valori, e se hanno intenzione di assumere la garcinia, devono prima riferirlo al proprio medico per sapere quanto e come potrebbe interferire.
Le quantità come accennato sono importanti e quindi il medico potrebbe decidere di cambiare il dosaggio dei farmaci se decidete di assumere integratori alimentari a base di garcinia.
La garcinia non è adatta alle donne in gravidanza o che sono nel periodo dell'allattamento e neppure per quelli che devono subire o hanno subito in un intervento chirurgico.
Gli effetti che si possono avere in caso di sovra dosaggio riguardano soprattutto problemi intestinali.
Si potrebbero manifestare diarrea, nausea, stanchezza, capogiri, anche se succede raramente.
Sono sintomi che spariscono entro qualche settimana, ma è sempre utile essere prudenti e non esagerare pensando che si tratti soltanto di un prodotto naturale.


Dove trovare gli integratori di garcinia
Gli integratori di garcinia ormai si trovano facilmente anche online.
In alternativa potete recarvi presso un'erboristeria ben fornita e specializzata in integratori dimagranti, facendo attenzione a cosa c'è scritto sull'etichetta.
Per ottenere il dimagrimento sperato la confezione deve contenere il prodotto con il 100% di garcinia, mentre l'acido idrossicitrico deve avere una concentrazione del 60%.

marcoone
nella categoria Salute
Attendere...