I nostri account sono sicuri?

I nostri account sono sicuri?

Pochi giorni fa Yahoo ha ammesso la più massiccia violazione di account sino ad ora avvenuta, ben 500 milioni di utenti sarebbero interessati dal furto di dati personali. I dati rubati includerebbero, secondo quanto ammesso dal CISO di Yhaoo, nomi, numeri di telefono, date di nascita, password e domande di sicurezza.

Di casi simili recenti ce ne sono parecchi, da Linkedin a Twitter, ad Ashley Madison. Tanto che analizzaando i dati compromessi la società Digital Shadows, società britannica specializzata in cyber security, avrebbe trovato online le informazioni di oltre 5 milioni di dipendenti delle mille più importanti aziende mondiali (Apple, Daimler, JPMorgan ad esempio), molti dei quali iscritti a servizi online con e-mail e password aziendali.

Come proteggere quindi i propri dati online? Constatato che non è realistico pensare che i nostri dati siano al 100% sicuri e che un attacco hacker può avere successo in ogni momento, ci sono cose che possiamo fare per rendere la vita più dura ai criminali informatici.

Per maggiori approfondimenti
michelagt
nella categoria Scienza e Tecnologia
Attendere...