Ordine Ionico e Corinzio nelle colonne greche

Ordine Ionico e Corinzio nelle colonne greche

Dopo aver parlato dell'ordine Dorico, vediamo gli altri due ordini maggiori greci.

L'ordine ionico proveniva dalla Grecia orientale, dove le sue origini si intrecciano con l'ordine eeolico simile ma meno noto. Si distingue per sottili pilastri scanalati con una grande base e due volute contrapposte, chiamate anche pergamene, nell'echinus del capitello. L'echinus stesso è decorato con un motivo a uovo e dardo. L'albero ionico viene fornito con quattro flauti in più rispetto alla controparte dorica, per un totale di 24. La base ionica ha due modanature convesse chiamate tori che sono separate da una scotia.

L'ordine ionico è anche contrassegnato da un'entasi, una curva rastremata nell'asta della colonna. Una colonna dell'ordine ionico generalmente, è alto nove volte il suo diametro inferiore. L'albero stesso è alto otto diametri. L'architrave della trabeazione consiste di solito di tre fasce a gradini. Il fregio arriva senza il trofeo dorico e la metope. Il fregio a volte viene fornito con un ornamento continuo come figure intagliate.

L'ordine corinzio è il più ornato degli ordini greci, caratterizzato da una sottile colonna scanalata con un capitello decorato con due file di foglie d'acanto e quattro pergamene. È comunemente considerato il più elegante dei tre ordini. L'asta dell'ordine corinzio ha 24 flauti. La colonna è comunemente alta dieci diametri.

Lo scrittore romano Vitruvio attribuì l'invenzione dell'ordine corinzio a Callimaco, uno scultore greco del V secolo aC. L'edificio più antico conosciuto secondo questo ordine è il Monumento coragico di Lisicrate ad Atene, costruito dal 335 al 334 aC.

Contributo di LePietre.Srl

Attendere...