Sanità: il colostro di vacca ci salverà dal clostridium difficile

13 voti Ancora una volta il mondo animale - e più in particolare la specie bovina - viene incontro alle necessità sanitarie di noi umani, offrendo una soluzione ad un'importante problematica clinica, quella del clostridium difficile, il batterio che negli ultimi anni ha fatto registrare un rilevante incremento dei casi di coliti pseudomembranose, superando il livello di guardia definito negli… Inserita da Stefano 7 aprile 2019

La protesta dei pastori sardi vola a Milano e Strasburgo nelle foto di Francesco Pintore

8 voti Il clamore suscitato dalla recente protesta dei pastori sardi troverà presto una sua dimensione iconografica organica nella mostra “Nel Nome del Latte” del fotogiornalista Francesco Pintore, di Desulo, nel nuorese, collaboratore del quotidiano L’Unione Sarda. Un operatore della comunicazione che, come lui stesso tiene a precisare, è “figlio e nipote di pastori”. Le immagini di Pintore verranno… Inserita da Stefano 7 aprile 2019

Il tè molto caldo è causa di tumori. A meno che non si aggiunga del latte

16 voti Alcuni tra i maggiori ricercatori mondiali impegnati nello studio dei tumori hanno scoperto che bere assiduamente del tè molto caldo (700 ml al giorno a ≥60°C) è un fattore di rischio rilevante. E il rischio è quello di contrarre un cancro dell’esofago (il tratto del tubo digerente che porta il cibo dalla gola allo stomaco) con un’incidenza del 90% più elevata rispetto a chi beva gli stessi… Inserita da Stefano 6 aprile 2019

Non c’è benessere se l’animale vive in modo innaturale

75 voti Benessere animale: tutti ne parlano e quasi(*) nessuno sa dove sia di casa. A trattare sempre più spesso questa tematica, e ad adoperarsi per convincerci di un proprio impegno per migliorare la qualità della vita degli animali da reddito è l'industria, preoccupata della crescente sensibilità dei consumatori, della propria perdita di credibilità e più in sostanza della riduzione dei consumi di… Inserita da Stefano 24 aprile 2018

Commissariato l'Ifcq: ora si diano risposte sul Fiore Sardo industriale

66 voti È vero, forse, che in Italia i controlli in campo agroalimentare vengono effettuati regolarmente, come ci hanno sempre raccontato all’indomani delle maggiori frodi ed emergenze alimentari. Per nulla facile è sapere però come vengano condotti, perché - se da un canto Nas, Fiamme Gialle e Forestali hanno la nomea di fare il loro dovere senza troppo concedere agli indagati - dall’altro gli enti di… Inserita da Stefano 24 aprile 2018

Latte nelle scuole ma con criterio: priorità ai prodotti locali

84 voti Il latte vaccino fresco fa bene, ed è bene che sin da piccoli - e soprattutto da piccoli, sino almeno all’adolescenza - sia presente tra gli alimenti quotidiani. E siccome la colazione non è più una consuetudine delle famiglie, a sopperire a questa lacuna giunge la scuola, sostenuta da un progetto comunitario europeo - denominato “Il Latte nelle Scuole” - che quest’anno è stato rimodellato… Inserita da Stefano 23 aprile 2018

Svizzera: allevatori verso un latte più sostenibile

71 voti In Svizzera i produttori di latte aderenti alla Fpsl (Federazione dei Produttori Svizzeri di Latte) sono tutti d’accordo: il loro prodotto può ben differenziarsi dalla concorrenza straniera, ma per affermarlo in maniera efficace c’è ancora qualche passo da fare. Nella loro ultima assemblea, svoltasi a Berna giovedì scorso, i delegati hanno votato all’unanimità per una decisione rilevante per molte… Inserita da Stefano 23 aprile 2018

Brimi: il lancio della mozzarella da latte fieno promuove il territorio

91 voti L’Alto Adige è sugli scudi, nella produzione e distribuzione a livello nazionale di prodotti da “latte fieno”: dopo il lancio degli yogurt targati Alce Nero e prodotti dalla Mila, è la volta della mozzarella vaccina di Brimi: un prodotto originario del sud Italia che raggiunge la sua miglior espressione laddove la cultura del fieno esiste. Inserita da Stefano 17 aprile 2018

La curiosa storia di Picinisco con la sua prima forma ''targata'' 101

59 voti Il mondo rurale ha la strada in salita. L’ha sempre avuta e sempre l’avrà, a giudicare dalle vicende che esso stesso crea. O per meglio dire “si crea”. Il mondo rurale non ha grandi vantaggi oggettivi né dal legislatore né dagli organismi amministrativi né dal mercato, che appare a volte lontano, altre volte impalpabile e irraggiungibile. Il mondo rurale più autentico non gode dei favori della… Inserita da Stefano 17 aprile 2018

La ricetta Greenpeace? Tagliare gli aiuti alle produzioni intensive

73 voti Il futuro alimentare del pianeta ha una sola strada percorribile: quella delle produzioni estensive, da erba e da fieno. In sostanza, solo adottando una “dieta sana” potremo garantirci un “pianeta sano”. Ad affermarlo sono i vertici di Greenpeace Italia, che nei giorni scorsi hanno lanciato una campagna mediatica che si prefigge “l’obiettivo ambizioso, necessario e impellente di ridurre la… Inserita da Stefano 17 aprile 2018

Allo studio in Sardegna la sostenibilità dei pascoli mediterranei

88 voti Si sono tenute a Sassari, giovedì e venerdì scorsi - presso la Facoltà di Agraria dell’Università degli Studi e in territori ad uso pascolivo del comune di Santu Lussurgiu - due intense giornate di lavoro del progetto “Life Regenerate”, che hanno visto protagonisti i ricercatori dell’Università dell’Estremadura, l’Nrc (Nucleo di Ricerca sulla Desertificazione), dell’Università degli Studi di… Inserita da Stefano 16 aprile 2018

Le infiammazioni intestinali? Si curano mangiando formaggio

72 voti Un formaggio potrebbe alleviare o prevenire alcune infiammazioni a carico dell'intestino. Ad rivelarlo, nel corso del Cheese Symposium 2018, tenutosi a Rennes dal 4 al 6 aprile, è stato un gruppo di ricerca dell’Inra (Institute National de la Recherché Agronomique) di Parigi, che ha presentato i risultati di uno studio effettuato su topi affetti da malattie intestinali. Inserita da Stefano 16 aprile 2018