I Quattro Saggi: I tre Saggi (III parte) 

"Lo Stato una nuova forma di schiavitù…"
(Leone Tolstoj)


Primo Saggio

Manlio Amelio 
***

Hobbes, Il Leviatano:
Mostro Artificiale o Dio Mortale

lo Stato Assoluto
(Assolutismo illuminato)

Al contrario di Aristotele, Hobbes sostiene nella sua opera “ Il leviatano” (1651), che lo Stato non sia un ente naturale, ma una macchia artificiale, costruito dagli uomini; e al contrario di Aristotele che credeva che gli uomini fossero animali sociali come le formiche e le api; Hobbes ritiene, invece, che essi siano animali politici, e che questi animali sulla base di un patto, lo costruiscono artificialmente, affidano il potere sovrano ad una sola persona o ad una assemblea di uomini... Solo attraverso un patto con il quale gli uomini affidano il potere assoluto ad un sola persona o ad una assemblea viene chiamato Stato, Civitas in latino. Quindi:“...la nascita del Leviatano, un dio mortale, una costruzione artificiale per regolare i naturali rapporti umani... se non ci fosse questo “mostro”, l’uomo vivrebbe in uno stato di continua guerra civile, che impedirebbe la pace fra loro, perché per natura essi sono egoisti e incapaci all’auto conservazione, essendo sempre in competizione tra loro...; il patto è a favore del sovrano che ha il potere assoluto sugli uomini e sulle cose...

Locke: secondo trattato sul governo
 lo Stato Liberale.

Anche Locke parte dell’idea contrattualistica della nascita dello Stato, ma a differenza di Hobbs, il sovrano e gli uomini sono posti sullo steso piano; perciò così come il popolo anche il sovrano deve rispettare e sottostare alle regole (Stato di diritto), e non al disopra come per Hobbes. Inoltre, lo Stato si identifica con il corpo politico, che in Locke è il popolo, e che si trova in continua mediazione con il governo al quale viene affidato il potere sovrano. Secondo Locke il potere del governo deve essere continuamente verificato, addirittura anche con l’utilizzo della rivoluzione che derivata dal fatto che il patto è stato violato dai governanti... questo perché Locke considera l’uomo come libero e uguale sia nello stato di natura che di diritto... Il rapporto di sottomissione tra la politica e il popolo viene mitigato dal consenso della maggioranza e dalla rappresentanza...

Si può sostenere che lo stato di guerra civile tra gli uomini, è presente sia in Hobbes, che in Locke, e che tale guerra inneschi quindi il meccanismo della nascita dello Stato.

Rousseau: il contratto sociale:
 lo Stato democratico

Anche Rousseau rivolge la sua attenzione verso l’origine della società, è sostiene che la proprietà privata non sia frutto di un diritto naturale e che questo vada trasformato in diritto positivo come invece sosteneva Locke; per Rousseau la proprietà privata è piuttosto “originata da un atto di appropriazione e accumulazione..."; la società politica e civile nasce da uno snaturamento della condizione umana ... “ è contro la legge di natura... che un imbecille guidi un saggio e che un pugno di uomini rigurgiti di cose superflue mentre la moltitudine affamata manca del necessario...” (discorso sull’origine e i fondamenti dell’inuguaglianza fra gli uomini)... Nel “Contratto sociale” Rousseau dice: “ L’uomo è nato libero, e dunque è in catene...”;  secondo l’autore l’ordine sociale è un diritto sacro che serve di base a tutti gli uomini, ma tale diritto non viene dalla natura ma e fondato su delle convenzioni... e ancora, “bisogna trovare un forma di associazione che difenda la persona e i beni di tutti gli associati in modo che ognuno comunque resti libero come prima”. Ciascun associato quindi deve alienare se stesso e tutti i suoi diritti alla società, ognuno deve quindi mettere in comune la sua persona e ogni suo potere sotto la supremazia della volontà generale, così facendo si costituisce un corpo morale e collettivo composto da tanti membri quanto sono i voti dell’assemblea... “Questa persona pubblica, che si forma dall’unione di tutte le altre, una volta si chiamava Città, ora repubblica o corpo politico; chiamato da suoi membri: Stato, quando è passivo; corpo sovrano, quando è attivo”...  
Gli associati prendono il nome di popolo, singolarmente sono cittadini se partecipano alla sovranità politica; sudditi quando sono sottoposti alle leggi dello Stato. Quindi Rousseau rivede il concetto di sovranità rispetto ad Hobbes (che spetta al sovrano) e Locke che (che spetta al governo-popolo); per Rousseau la sovranità non è un terzo rispetto agli associati, non è una controparte del popolo, ma è lo stesso popolo, che opera nell’assemblea attraverso il principio maggioritario. 

Hegel Georg 
lo Stato etico 

Sostiene che lo Stato sia il momento culminante dell’eticità, in quanto basato sulla legge, ed esso è la suprema manifestazione razionale e che soltanto la volontà che ubbidisce alla legge, è libera... Hegel respinge sia i modelli di stato liberale, democratico e  contrattualistico...
La forma di governo migliore è la monarchia Costituzionale, con poteri distinti tra di loro, ma non separati... Le teorie hegeliane portarono ai totalitarismi... nazismo e fascismo...

Engels Friedrich
  lo Stato classe dominante

Economista socialista e filosofo tedesco sostiene che lo Stato non è “la realtà dell’idea etica” “l’immagine e la realtà della ragione” come diceva Hegel; ma piuttosto, esso “è il prodotto del desiderio di tenere a freno gli antagonismi tra le classi sociali e che ora è divenuto una necessità..." 
Di regola, lo Stato è quello della classe sociale più potente economicamente e dominante, che acquista un nuovo strumento - Il Leviatano- per tenere sottomessa e sfruttare la classe oppressa...” 

***

Per chi volesse liberarsi dalla schiavitù dal mostro artificiale si consigliano le seguenti letture di alcuni maestri anarchici...
MICHAIL BAKUNIN; 
PIERRE JOSPEPH PROUDHON;
ERRICO MALATESTA;
LEV TOLSTOY; 
PETER  KROPOTKIN...
JULIUS EVOLA; 
ENRNEST JUNGER; 
LOUIS FERDINAND CELINE... E...

Il Primo Saggio

Manlio Amelio l'Anarchico!...

***

La crisi dello Stato...

"L'uomo artificiale" non è altro che una delle tante forme di organizzazione politica, che si sono susseguite nei secoli... 
E così come, il giorno sciagurato in cui esso è nato per tutti gli uomini liberi e gli Anarchici esseri viventi, arriverà il giorno in cui si potrà disfare!... 
Già le prime avvisaglie sono evidenti e sotto gli occhi di tutti; nell’ultimo mezzo secolo abbiamo assistito:
1)  alla nascita di diverse organizzazione sovrannazionali, quali FIM; ONU; NATO; ecc... 
2) alla costituzione dell’UE, che ha progressivamente tolto, parte della sovranità ai singoli stati membri; i regolamenti UE si applicano direttamente e senza che gli Stati che vi aderiscono debbano emanare norme di recepimento... 
3) alla cessione della sovranità monetaria in mano alla BCE, almeno per quanto riguarda i Membri della UEM...
4) alle pressioni interne fatte da gruppi etnici, da minoranze regionali, minoranze linguistiche, che chiedono indipendenza, autonomia gestionale e normativa:
 - rivendicazioni indipendentiste nei Paesi Baschi; in Spagna, la Regione della Catalogna: e fino a qualche anno fa, in Italia, la Padania. (principio di autodeterminazione dei Popoli).

Infine, in Europa, nel 1992 si è verificato un caso concreto di smantellamento del Leviatano... era nato soltanto 47 anni prima! Parlo della "liquidazione" dell'ex-Jugoslavia, nata a novembre del 1945, "morta" nell’aprile del 1992... 



Secondo Saggio

Ernst Jünger

***

Mobilitazione Totale




Terzo Saggio

Louis Ferdinad Celine

***

Nord

Continua... Nella 4a parte: I Quattro Saggi...


By Manlio Amelio l'Anarchico!...