Istat, a febbraio 2019 occupazione in calo rispetto rispetto ad un mese fa

Istat, a febbraio 2019 occupazione in calo rispetto rispetto ad un mese fa

Non mancheranno le polemiche dopo la pubblicazione da parte dell'Istat dei dati di febbraio 2019 relativi all'occupazione nel nostro paese.

A febbraio, infatti, il dato congiunturale sulla stima degli occupati è in lieve calo rispetto a gennaio (-0,1%, pari a -14 mila unità). Lo stesso vale anche per il tasso di occupazione che è sceso, seppur di poco, al 58,6% (-0,1 punti percentuali).

Nel dettaglio, vi è è stata una diminuzione complessiva del numero dei lavoratori dipendenti (-44mila), sia in relazione a quelli permanenti (-33mila) che in relazione a quelli a termine (-11mila), con l'aumento degli indipendenti (+30mila) a fermare l'emorragia. A risentirne i lavoratori nella classa di età centrale dei 35-49enni (-74 mila), mentre si conferma il segno positivo per gli ultracinquantenni (+51 mila).

A febbraio le persone in cerca di occupazione aumentano del +1,2% (+34mila), mentre il tasso di disoccupazione passa dal 10,5% al 10,7% con una crescita di 0,1 punti percentuali. Il tasso di inattività resta stabile al 34,3% per il quarto mese consecutivo.


Per quanto riguarda il dato trimestrale, periodo da dicembre 2018 febbraio 2019, l’occupazione viene indicata dall'Istat come sostanzialmente stabile, con una diminuzione dei dipendenti a termine, ed un leggero miglioramento di quelli permanenti.

Nel trimestre calano le persone in cerca di occupazione (-0,5% pari a -14mila) e gli inattivi tra i 15 e i 64 anni (-0,2%, -21mila).


Su base tendenziale, l’occupazione cresce invece del +0,5%, pari a +113mila unità, grazie ai dipendenti a termine (+107mila) e agli indipendenti (+71mila), mentre rispetto ad un anno fa calano i dipendenti permanenti (-65mila).

Nei dodici mesi, la crescita degli occupati si accompagna al calo dei disoccupati (-1,4%, pari a -39mila unità) e degli inattivi tra i 15 e i 64 anni (-1,3%, -169mila).

Categoria Economia
Attendere...