I social ci fanno confondere la popolarità con la verità

I social ci fanno confondere la popolarità con la verità

Oramai va di moda attaccare i social, specialmente tra chi, dopo aver lavorato a Facebook oppure a Google come dirigente oppure socio fondatore, vuole ora "rifarsi una verginit" attaccando società e meccanismi che ha contribuito a costruire.

L'ex dirigente di Facebook, Chamath Palihapitiya, dice testualmente che “gli strumenti che abbiamo creato, oggi stanno iniziando a erodere il tessuto sociale e quindi la società in cui viviamo.

Oggi viviamo in un mondo in cui è facile confondere verità e popolarità e puoi usare il denaro per amplificare qualsiasi cosa tu creda e convincere le persone a credere che ciò che è popolare è vero e che ciò che non è popolare potrebbe non essere vero.

La realtà è che posso investire capitali ed usarli attraverso tutti i sistemi di social media che esistono per influenzare centinaia di milioni di persone."

C'è da chiedersi perché si sia reso conto solo adesso del trend che stava innescando.

Altre informazioni da un'ulteriore fonte
shep54
nella categoria Scienza e Tecnologia
Attendere...