Formula 1, Verstappen vince il Gran Premio d'Austria 2018

Formula 1, Verstappen vince il Gran Premio d'Austria 2018

Rimpianto o gioia? È questa la domanda che i tifosi Ferrari si pongono alla fine del Gran Premio d'Austria. Infatti, se Vettel fosse partito dalla posizione che aveva conquistato nelle qualifiche di sabato il risultato sul circuito di Spielberg, forse, sarebbe stato diverso.

In ogni caso, non è andata male per la scuderia di Maranello. Dopo i 71 giri percorsi sul Red Bull Ring, il verdetto è stato il seguente: Verstappen vittorioso sul circuito di casa, subito dietro le due Ferrari, con Raikkonen secondo e Vettel terzo. I distacchi tra le tre vetture sono stati minimi, tanto che se il Gran Premio fosse durato due o tre giri in più una delle Ferrai lo avrebbe sicuramente vinto.

E le Mercedes? Ritirate entrambe per guai alla power unit. Prima è toccato a Bottas e poi a Hamilton.

La gara è stata appassionante fin subito dopo il via, con Raikkonen che ha tentato di sorprendere le due Mercedes infilandosi in mezzo tra Bottas e Hamilton, utilizzando la miglior presa delle gomme ultrasoft. Una mossa che sembrava, perlomeno, avergli consentito di conquistare la seconda posizione, ma complice un suo errore prima ed un leggero contatto poi da parte di Verstappen, il pilota finlandese della Ferrari è sceso al quarto posto.

Peggio era andata a Vettel che, per evitare qualsiasi problema viste le ultime esperienze, non spinto sul gas per non rimanere coinvolto in qualche incidente al via, tanto da finire ottavo.

La gara ha subito una svolta nel momento in cui il motore Renault di Nico Hulkenberg si è rotto dopo una decina di giri. La possibile fuoruscita di olio ha indotto la direzione gara ha segnalare il regime di virtual safety car.

A quel punto, tutti i piloti nelle prime posizioni, escluso Hamilton, hanno effettuato un cambio gomme, montando la mescola soft per arrivare a fine gara.

Hamilton è rimasto in pista e successivamente si è lamentato con il box del perché non lo avessero richiamato per replicare, anche se con un giro di ritardo, la strategia degli avversari. Il capo stratega Mercedes, James Vowles, via radio ammette l'errore richiamando il pilota inglese con molto ritardo, tanto che, una volta effettuato il cambio, Hamilton finisce quinto.

Ma davanti le cose non vanno bene per Ricciardo, in difficoltà con l'usura della gomma posteriore sinistra. Il pilota australiano della Red Bull si ferma, effettua il cambio e si rimette all'inseguimento del gruppo di testa da dove, nel frattempo, era venuto a mancare Bottas, fermato da un guasto al motore. Ma anche per Ricciardo non è giornata, con il motore Renault che decide di abbandonarlo.

Vettel, dopo essere stato superato da Hamilton, si è ripreso nel frattempo la posizione grazie anche ad un problema di blistering che non permetteva al pilota inglese di girare al meglio. Infine è arrivata la rottura anche per lui. Pare che non gli arrivasse più carburante al motore.

Verstappen, pur con evidenti problemi di gomme, è riuscito a conservare il vantaggio sulle due Ferrari, che si sono però piazzate alle sue spalle.

Il quarto classificato, Grosjean su Haas, ha tagliato il traguardo con un giro di ritardo.

Dopo questa gara Vettel riprende la prima posizione nella classifica del mondiale piloti con 146 punti, un punto in più rispetto ad Hamilton. Raikkonen ritorna in corsa, terzo, con 101 punti.

Prossimo appuntamento in Gran Bretagna tra una settimana, l'8 luglio, sul circuito di Silverstone.

Categoria Sport
Attendere...