Continua l'emergenza ad Aleppo. Nella parte est 100 mila bambini bevono acqua contaminata

Continua l'emergenza ad Aleppo. Nella parte est 100 mila bambini bevono acqua contaminata

Come già descritto nell'articolo del 24 settembre, continua ad essere drammatica la situazione ad Aleppo. In un nuovo comunicato, l'Unicef pone di nuovo l'accento sull'emergenza acqua.

5 giorni fa gli intensi attacchi hanno danneggiato le stazioni di pompaggio dell’acqua che fornivano acqua pulita a 250.000 persone nella parte orientale della città di Aleppo.

Oltre 100.000 bambini sono stati costretti a bere acqua da fonti non sicure, o da fori superficiali nelle tubature o da pozze d’acqua che fuoriusciva dai tubi rotti.

«Privare i bambini di acqua pulita li espone al rischio di epidemie di malattie legate all’acqua e si aggiunge alla sofferenza, alla paura e all’orrore che i bambini ad Aleppo vivono giorno dopo giorno», ha dichiarato Hanaa Singer, Rappresentante UNICEF in Siria.

L’UNICEF sta supportando interventi urgenti per riparare i danni alle stazioni di pompaggio dell’acqua.


Photo Credit: ©UNICEF/2016/Syria/Aleppo

Monica Maggiolini
nella categoria Esteri
Attendere...