I dubbi di Mattarella, l'impazienza di Salvini

I dubbi di Mattarella, l'impazienza di Salvini

Che Mattarella non si fidi del premier o dei ministri o del programma è ormai evidente dal fatto che il presidente della Repubblica non abbia ancora affidato l'incarico a Giuseppe Conte, indicatogli lunedì da Lega e 5 Stelle come presidente del Consiglio. 

Pertanto, dotatosi di smartphone e cavalletto, Matteo Salvini  si è premurato di chiarire il proprio pensiero su tali perplessità con il solito video postato su Facebook.

In sintesi, che cosa ha detto Salvini? «O si parte e si cambia, o si torna a votare e vi chiediamo la maggioranza per governare da soli. Stiamo facendo esercizio di yoga per far partire il governo, ma se qualcuno dice non si fa, non si può, non potete, non sapete, allora ditelo. ... 

Noi abbiamo fatto tutto il lavoro e gli sforzi possibili, siamo pronti. Non c’è tempo da perdere: o si cambia l’Italia o si vota. ...

La squadra c’è, le cose da fare ci sono, il programma da fare c’è. Se qualcuno non può o non vuole ce lo dica. [Ogni riferimenmto a Mattarfella è assolutamente voluto, ndr] ...

Quello che non possiamo permetterci è far passare altro tempo in cui pezzi del nostro Paese vengono svenduti. Non voglio che il mio Paese sia una colonia francese o tedesca, un centro commerciale dove sono in vendita i pezzi migliori delle nostre aziende. ...

Il voto in Valle d’Aosta, o in Friuli, dice: "Vai, Salvini, vai". Tanti vorrebbero Salvini premier. Per me fare il premier sarebbe l’onore e la gioia più grande del mondo, ma ho fatto un passo di lato. Fin dal primo giorno ho detto che ero pronto al passo indietro, pur di far partire un governo.»

Qui sotto il video integrale.

Categoria Politica
Attendere...