Domenica la Formula 1 riprende con il Gran Premio del Bahrain

Domenica la Formula 1 riprende con il Gran Premio del Bahrain

Il secondo Gran Premio della stagione 2018 di Formula 1 si disputerà nel deserto del Bahrain. Fino alla scorsa stagione, a Sakhir, la Mercedes aveva avuto la meglio, vincendo nel 2014, 2015 e 2016. Dopo aver interrotto il dominio della casa tedesca nel 2017, Vettel riuscirà a confermarsi anche nel 2018, piazzando di nuovo una doppietta?

In ogni caso, è certo che nella prossima gara il ferrarista non potrà sfruttare gli errori del software che gestiva la strategia delle soste per il cambio gomme in casa Mercedes... lo hanno corretto.

Ma va detto che, sul passo gara, Mercedes e Ferrari nella prima gara dell'anno si sono equivalse... senza dimenticare neppure Red Bull che in Australia ha fatto segnare il giro più veloce durante la corsa.

Domenica, non saranno da sottovalutare le prestazioni di Haas, fermate nello scorso Gran Premio da una pistola automatica che ha causato lo stop di entrambe le vetture dopo la sosta ai box, e McLaren in netta ripresa rispetto allo scorso anno.

Per gli amanti della cabala, 9 dei 13 vincitori del GP del Bahrain hanno poi vinto il titolo piloti.

Questo fine settimana, inoltre, per la Renault sarebbe la 100esima gara dall'ultima vittoria in un Grand Prix, classifica in cui al momento è superata da Williams, che ha disputato 132 gare tra la vittoria in Brasile nel 2004 e quella in Spagna nel 2012, e la Ligier, che ha dovuto attendere 231 gare, tra Canada 1981 e Monaco 1996.

Il circuito internazionale del Bahrein è lungo 5,412 km e presenta 15 curve piuttosto lente che introducono dei rettilinei molto lunghi. Questa sua caratteristica rende importante il fattore trazione. Inoltre, mentre il circuito di Melbourne è uno tra quelli dove è più difficile effettuare sorpassi, nel Bahrain avviene l'esatto contrario. Su questo circuito i sorpassi sono piuttosto frequenti, in particolare in prossimità delle curve 1, 3 e 11.

Dal 2014 il Gran Premio del Bahrain è diventato una gara in notturna che si disputa alla luce dei riflettori. Secondo il responsabile Pirelli, Mario Isola, a causa della superficie abrasiva del circuito e delle variazioni del termometro, è ipotizzabile che la gara sia caratterizzata da più di un pit stop. Infine, anche se è quasi inutile, va detto che le previsioni indicano bel tempo e che non pioverà!

Le qualifiche si disputeranno sabato a partire dalle 17, mentre domenica la gara inizierà dalle 17.10 e sarà trasmessa in diretta esclusiva su Sky.

Categoria Sport
Attendere...