Nel 2001 fece scalpore tra i testimoni di Geova la notizia che la Watch Tower, la società che controlla l'organizzazione religiosa, nel 1991 si era associata alle Nazioni Unite con la qualifica di Ong. Lo scandalo fu dettato dal fatto che, nelle sue pubblicazioni, la Watchtower ha sempre definito l'Onu un'istituzione satanica che si oppone al Regno di Dio che i testimoni di Geova tanto predicano a destra e a sinistra. 

Nella rivista Torre di Guardia del 15 aprile 1985, a pagina 25, infatti si legge: “In realtà, l’ONU si oppone al Regno di Dio retto dal “seme” di Abramo. È quindi l’attuale “cosa disgustante che causa desolazione”. (Matteo 24:15). L’ONU non è una benedizione, nonostante il clero della cristianità e i rabbini del giudaismo invochino la benedizione del cielo su quell’organizzazione. In realtà è “l’immagine della bestia selvaggia”, la visibile organizzazione politica dell’“iddio di questo sistema di cose”, Satana il Diavolo. Ben presto, perciò, l’ONU sarà distrutta insieme a quell’organizzazione bestiale". 

La Watch Tower, che per anni ha raffigurato le Nazioni Unite come una “bestia” pilotata da forze demoniache, che ha ordinato ai suoi fedeli di separarsi dalla politica e che ha espulso chi si iscriveva anche solo a un partito politico, adesso si associava a un ente politico la cui finalità, si legge nello statuto, è la “divulgazione di informazioni al fine di aumentare la comprensione del pubblico dei principi, delle attività e dei risultati delle Nazioni Unite e delle sue agenzie". La Watch Tower, essendo una casa editrice, poteva essere utile a questo scopo, ma per farlo avrebbe dovuto “condividere i principi dello Statuto delle Nazioni Unite", cosa che ha implicitamente fatto firmando anno dopo anno un documento che comprovava la sua associazione al Palazzo di vetro.

La cosa interessante-come fanno notare molti ex testimoni di Geova-è che, dopo aver aderito alle Nazioni Unite, la Watch Tower ha assunto un atteggiamento più "morbido" verso questa organizzazione "satanica". A testimoniarlo sono alcune pubblicazioni datate dopo il 1991, ovvero dopo la sua adesione all'organizzazione politica.

Nella rivista Svegliatevi! dell'8 Settembre 1991, a pag. 9,10 si legge: "Nel preambolo dello Statuto delle Nazioni Unite vengono enunciati questi nobili fini: 'Noi popoli delle Nazioni Unite, decisi a salvare le future generazioni dal flagello della guerra, che per due volte nel corso di questa generazione ha portato indicibili afflizioni all’umanità, . . . [e desiderando] unire le nostre forze per mantenere la pace e la sicurezza internazionale, . . . abbiamo risoluto di unire i nostri sforzi per il raggiungimento di tali fini”' — F. Gaeta e P. Villani, Documenti e testimonianze, 2a ed., Milano, 1971, pp. 974-5. L’ONU ha raggiunto questi fini?  Ha convinto le nazioni a unire le loro forze per mantenere la pace e la sicurezza? No, finora no, sebbene abbia cercato in tutta sincerità di essere qualcosa di molto meglio della Lega o Società delle Nazioni. Tuttavia, la generazione che ne vide la fondazione nel 1945 è stata successivamente afflitta da guerre, rivoluzioni, invasioni, colpi di stato e aggressioni in molte parti della terra. E questa violenza ha interessato molte delle nazioni che avevano preso la risoluzione di mantenere la pace e la sicurezza internazionale. I testimoni di Geova sono fermamente convinti che le Nazioni Unite avranno un ruolo chiave negli avvenimenti mondiali dell’imminente futuro. Non c’è dubbio che si tratterà di sviluppi emozionanti. E i risultati avranno effetti di vasta portata sulla vostra vita. La Bibbia fa un chiaro quadro di come fra breve le Nazioni Unite saranno investite di potere e autorità. L’ONU farà allora alcune cose davvero sorprendenti che probabilmente vi sbalordiranno".

La Watch Tower afferma chiaramente che gli sforzi delle Nazioni Unite per portare pace e sicurezza non hanno avuto finora successo. Tuttavia, vengono descritte le future azioni dell'Onu come qualcosa di emozionante, sorprendente e sbalorditivo. Queste parole ambigue-stando agli ex testimoni di Geova- significa che l'Onu presto si rivolterà contro le religioni del mondo devastandole completamente. Ciononostante, esse possono essere viste da un altro punto di vista: testimoniano una condivisione delle politiche dell'Onu tesa a elogiare la sua natura e la sua politica piuttosto che denunciarla come principale nemico del Regno di Dio.

Un altro esempio di questo cambio di passo è riportato nella Torre di Guardia del 1 Ottobre 1995, pag. 3,4: "Per 50 anni le Nazioni Unite hanno fatto notevoli sforzi per assicurare al mondo pace e sicurezza. Si può verosimilmente ritenere che l’ONU abbia impedito una terza guerra mondiale, e la distruzione su vasta scala di vite umane mediante ordigni nucleari non si è ripetuta. Le Nazioni Unite hanno provveduto cibo e medicinali a milioni di bambini. Hanno contribuito al miglioramento delle condizioni igieniche in molti paesi, provvedendo fra le altre cose acqua potabile più sicura e vaccinazioni contro pericolose malattie. Milioni di rifugiati hanno ricevuto aiuti umanitari. Come riconoscimento delle loro benemerenze, le Nazioni Unite hanno ricevuto cinque premi Nobel per la pace. Tuttavia la triste realtà è che ancora non viviamo in un mondo senza guerre".

Come si può notare, la considerazione dell'Onu da parte della Watch Tower è drasticamente cambiata. Nel 1985 la si stigmatizza come "cosa disgustosa", nel 1991 diventa "nobile" e nel 1995 vengono perfino lodati i suoi risultati. Questo cambiamento si è verificato molto probabilmente affinché la Watch Tower adempisse ai suoi obblighi, come Ong, di diffondere informazioni sulle attività delle Nazioni Unite, cosa che ha fatto pubblicando articoli che dipingevano l'Onu in una luce favorevole e non più sfavorevole. 

E' curioso notare che nel 1993 la Watch Tower pubblicò un libro, I testimoni di Geova – Proclamatori del Regno di Dio, in cui condannava il coinvolgimento dei leader della cristianità con le Nazioni Unite e si vantava di essere rimasta neutrale da questo connubio politico-religioso. Da tener presente che il libro era destinato ai testimoni di Geova e non al pubblico:

"Di nuovo, dopo la seconda guerra mondiale, i cristiani si trovarono di fronte a un dilemma simile. Questa volta riguardava le Nazioni Unite, succedute alla Lega delle Nazioni. Nel 1942, mentre la seconda guerra mondiale era ancora in corso, i testimoni di Geova avevano già capito dalla Bibbia, in Rivelazione 17:8, che l’organizzazione per la pace mondiale sarebbe risorta, ma non sarebbe riuscita a portare pace durevole. Questo venne spiegato da N. H. Knorr, allora presidente della Watch Tower Society, a un’assemblea nel discorso “Pace — Può essa durare?” Intrepidamente i testimoni di Geova proclamarono quella veduta della situazione mondiale che si andava delineando. Viceversa nel 1945 leaders cattolici, protestanti ed ebrei addirittura parteciparono alla Conferenza di San Francisco in cui fu redatto lo Statuto delle Nazioni Unite. A quanti osservavano quegli sviluppi era chiaro chi voleva essere “amico del mondo” e chi si sforzava di  "non far parte del mondo", come Gesù aveva detto che avrebbero fatto i suoi discepoli. I testimoni di Geova".

E' sorprendente che queste informazioni furono pubblicate nel 1993, due anni dopo l'adesione della Watch Tower alle Nazioni Unite. La Società religiosa dei testimoni di Geova in questo modo ha dimostrato un' incredibile ipocrisia, condannando le altre religioni come colluse con le Nazioni Unite per poi fare la stessa cosa, vantandosi pure di essere politicamente neutrale. La Watch Tower ha dimostrato una falsità ciclopica, stigmatizzando l'Onu come bestia satanica per poi adottare verso di essa atteggiamenti di lusinga e non più di condanna. Molti troverebbero vergognoso che i testimoni di Geova si vantino di essere l'unica religione a predicare il Regno di Dio per poi abbracciare la sua controparte nemica: le Nazioni Unite.

Ma perché la Watch Tower avrebbe fatto una cosa simile? Su questo si può solo speculare. Forse era per ottenere un riconoscimento politico che le permettesse di predicare liberamente in tutto il mondo, evitare messe al bando nei Paesi più dittatoriali, usufruire dei finanziamenti pubblici e ottenere agevolazioni fiscali. L'unica cosa certa è che difficilmente i testimoni di Geova possono vantarsi di seguire il consiglio di Gesù di “non far parte del mondo” e di essere diversi dalle altre religioni che sono andate a braccetto con l'Onu.