Il ministro dello Sport, Vincenzo Spadafora, ha ricevuto la nuova proposta relativa al protocollo che le squadre di calcio dovrebbero seguire per riprendere gli allenamenti in gruppo. Nel nuovo documento, come riportato dalla Gazzetta dello Sport, tra le novità principali vi sarà la possibilità di dormire a casa. A ogni sessione, ci sarà il termo scanner che misurerà la temperatura e chi avrà più di 37,5 non potrà partecipare agli allenamenti.

Il fatto che venga consentito ai giocatori di dormire a casa richiederà fare i tamponi ogni quattro giorni.

E in caso di positività di un calciatore? L'atleta andrà in isolamento e tutta la squadra farà altrettanto per due settimane, ma all'interno del centro sportivo e proseguendo gli allenamenti, anche se non è chiaro come dovranno fare le squadre che il centro sportivo non lo hanno. Inoltre, quanto sopra accennato, riguarda solo gli allenamenti. Il problema rimane per la ripresa del campionato. 

Nelle prossime ore si attendono le valutazioni del nuovo protocollo da parte del Cts. Nel frattempo, le squadre si limiteranno ad effettuare allenamenti individuali.

Nel frattempo, la FIGC - in una nota pubblicata oggi - preso atto delle determinazioni assunte nel DPCM del 17 maggio recante "misure urgenti di contenimento del contagio sull'intero territorio nazionale" e preso atto della sospensione sino al 14 giugno 2020 degli eventi e delle competizioni sportive di ogni ordine e disciplina, in luoghi pubblici o privati, di cui al citato Decreto, nelle more di ogni ulteriore e auspicabile decisione della autorità competenti a riguardo, ha prorogato la sospensione dell'attività sportiva fino al 14 giugno 2020.

Pertanto, a meno di futuri ripensamenti da parte del Governo, la Serie A non potrà ripartire il 13 giugno, bensì (probabilmente) la settimana seguente.

E nel frattempo? In mancanza d'altro non rimane che assistere alle partite della Bundesliga. Lo scorso fine settimana, su Sky, il totale degli spettatori che hanno seguito gli incontri del campionato tedesco, tra sabato e domenica, è stato di circa 700mila.