Teggiano: Lucia e la storia d’amicizia con la cantante Scarlett Von Wollenmann, tetraplegica dal 1995

Teggiano: Lucia e la storia d’amicizia con la cantante Scarlett Von Wollenmann, tetraplegica dal 1995

Una bella storia d’amicizia, solidarietà e condivisione arriva da Teggiano. E vede protagonisti Lucia Fusco e Scarlett Von Wollenmann, cantante anglo-svizzera, molto famosa negli anni ‘80 fino a metà degli anni ’90. Da 19 anni è tetraplegica in seguito ad un incidente.

Scarlet arriva in Italia nel 1986, dove conosce Scialpi con cui vince il Festivalbar del 1988. Successivamente intraprende diverse tournée con artisti importanti, tra cui Gianni Morandi e Riccardo Cocciante. Dopo ulteriori collaborazioni, la sua carriera si interrompe bruscamente nel ‘95, a 33 anni, in seguito ad un incidente automobilistico avvenuto a Roma, in cui riporta gravi conseguenze fisiche che la costringono su una sedia a rotelle. L’ultima sua apparizione italiana in tv risale alla fine degli anni ’90, nel programma “I Fatti vostri”. Oggi Scarlett vive a Londra e si è ritirata a vita privata.

“Nel corso degli anni passati – spiega Lucia – mi ero sempre chiesta cosa ne fosse stato di Scarlett. Nel febbraio 2012, cercando casualmente sue notizie su internet, l’ho “ritrovata” su facebook e da allora siamo diventate amiche anche nella vita. E’ una donna straordinaria per forza, coraggio ma anche per semplicità ed umiltà. Iniziammo a scambiarci dei messaggi, anche se brevi da parte sua, perché per scrivere, usa un pennino che muove con la bocca. Con l’aiuto di altri suoi amici e con il suo consenso, ho pubblicato su YouTube e Dailymotion dei video con sue interviste ed alcuni brani, molti dei quali inediti e curiamo anche la sua pagina facebook, affinchè possa leggere e vedere tutti i messaggi di affetto e di amore che le arrivano.

 


Lei, per ringraziarmi – aggiunge Lucia – un giorno mi chiese il numero di telefono. Pensavo fosse uno scherzo, invece mi telefonò per davvero. E da allora ci sentiamo quando le sue condizioni di salute glielo permettono. Da diverso tempo è, purtroppo, costretta a letto e si sottopone a dialisi e frequenti ricoveri in ospedale. Ha bisogno di assistenza 24 ore al giorno per 7 giorni su 7 e soffre di dolori quasi cronici a cui solo la morfina riesce a dar sollievo. Ma la cosa che più colpisce, è che in passato si è occupata a tempo pieno di beneficienza e continua a farlo ancora oggi in silenzio. Mi chiede di dare il suo numero e di farle avere quelli delle persone che come lei soffrono. In questi due anni – conclude – mi ha cambiato la vita, rendendomi una persona migliore e mi ha aiutato a vedere il mondo con occhi diversi”.

Ecco uno dei suoi messaggi: “voglio a tutti voi un gran bene, siete una grande parte della mia forza. Vorrei fare qualcosa per voi, telefonare alle persone che hanno bisogno di condividere la propria situazione con qualcuno. Lo scorso novembre sono stati 19 anni dall’ incidente. Ho imparato un bel pò di cose. E  anche se riuscirò solo a dare forza ad una persona, qualcosa avrò fatto! Un abbraccio forte, Scarlett”

– Cono D’Elia –

Attendere...