Indennità disoccupazione solo per i collaboratori senza partita IVA

Indennità disoccupazione solo per i collaboratori senza partita IVA

I titolari di  partita Iva  che non esercitano l'attività, i cosiddetti " silenti ", devono chiudere la posizione se intendono presentare la domanda di disoccupazione per i collaboratori (Dis-Coll).  Questa è una delle avvertenze indicate nella  circolare n. 74/2016  con cui l' Inps  fornisce le istruzioni per la richiesta della  Dis-Coll  riferita al 2016, riservata ai collaboratori coordinati e continuativi iscritti in via esclusiva alla gestione separata, non pensionati e privi di partita Iva, che hanno perduto involontariamente la loro occupazione.  L'indennità , introdotta in via sperimentale per il 2015, è stata prorogata dalla  legge di Stabilità 2016 .

L'Inps, con la circolare n. 74 dà quindi il via libera alle domande d'indennità di disoccupazione dei collaboratori coordinati e continuativi.  Quest'anno possono usufruire della Dis-Coll anche i  collaboratori delle pubbliche amministrazioni  che lo scorso anno erano rimasti esclusi. 

Ulteriori informazioni sullo stesso argomento
tazzadicioccolata
nella categoria Economia
Attendere...