Nella diocesi di Gorizia esiste una comunità rumena greco cattolica e l’arcivescovo ha autorizzato il prete sposato di quella comunità a presiedere la Celebrazione della S. Messa in italiano in una parrocchia sprovvista di sacerdote.

Per il Movimento dei Sacerdoti Sposati una grossa apertura che potrebbe essere estesa da Papa Francesco anche ai preti sposati cattolici con dispensa e matrimonio religioso che desiderano rientrare nel ministero attivo sacerdotale.