Israele inasprisce il blocco della Striscia di Gaza chiudendo il valico di Kerem Shalom

Israele inasprisce il blocco della Striscia di Gaza chiudendo il valico di Kerem Shalom

Nelle scorse settimane, i palestinesi di Gaza hanno messo in atto un terribile attacco terroristico nei confronti di Israele. Che cosa hanno fatto? Hanno attaccato a degli aquiloni e a dei palloncini dei contenitori con del liquido incendiario a cui hanno dato fuoco, nella speranza che il vento li facesse dirigere oltre il confine che divide la Striscia dallo Stato ebraico e non li facesse bruciare prima.

Questi terribili attentati, iniziati durante le manifestazioni di massa, che hanno avuto il loro culmine a maggio, secondo fonti israeliane avrebbero causato 750 incendi nel sud di Israele, bruciando migliaia di ettari di boschi e terreni agricoli, provocando centinaia di migliaia di dollari di danni.

Per questo, il governo guidato da Netanyahu ha deciso di imporre una nuova stretta al blocco cui è sottoposta la Striscia di Gaza chiudendo il valico di Karm Abu Salem (Kerem Shalom), l'unico finora aperto, vietando l'importazione e l'esportazione di merci e, dal lato del mare, restringendo l'area in cui è consentita la pesca.

Le merci consentite a Gaza saranno solo in ingresso e relative a beni di prima necessità, cibo e medicinali.

In un comunicato diffuso il 9 luglio, Fawzi Barhoum, portavoce del Movimento di resistenza palestinese Hamas, ha dichiarato che "l'approvazione di Benajmin Netanyahu delle misure addizionali imposte alla Striscia di Gaza per rafforzare ulteriormente l'assedio e impedire l'ingresso di merci nella fascia costiera già paralizzata è un nuovo crimine contro l'umanità che si aggiunge a quelli già perpetrati con l'occupazione israeliana contro il popolo palestinese."

Categoria Esteri
Attendere...