""Riassumiamo. C’è la laicità, e poi c’è la "laicità correttamente intesa".
La prima è la base della convivenza civile e dice che lo spazio (sociale e anche fisico) di tutti non può essere appropriato da fedi, ideologie e riti di parte.
La seconda invece è ciò che secondo la Chiesa devi fare o non fare per essere laico, e dice più o meno: sei laico solo se mi lasci fare cose non laiche.