Se ti fosse chiesto di descrivere la tua specie, tu cosa risponderesti? In arrivo il libro d'esordio di Mario Ferraro.

Se ti fosse chiesto di descrivere la tua specie, tu cosa risponderesti? In arrivo il libro d'esordio di Mario Ferraro.

Uno scrittore è un mondo intrappolato in una persona, direbbe Victor Hugo, e a riconfermarlo sono le nuove generazioni di scrittori, che non esitano a eternare il loro pensiero con la stesura di una storia da raccontare. Ritenuti dalla notte dei tempi lo strumento principe del sapere, i libri aprono alla mente dei lettori prospettive inedite sulla realtà, che sembrano essere infinite nel tempo in termini matematici. Leggere è per molti un’attività in seno all’intrattenimento e al diletto delle menti. Per converso, pochi hanno colto il vero significato della lettura: viaggiare oltre i limiti della ragione con l’ausilio dell’immaginazione. Come i maghi agitano la bacchetta per manipolare le leggi della natura, così i lettori azionano la loro mente per costruire mondi nei mondi, forzando la necessità delle leggi che governano la natura delle cose. Tale è la piacevole alchimia di sensazioni ed emozioni che emergono da Diario dell’Umanità, libro d’esordio del diciassettenne Mario Ferraro, che si propone di indicare nel suo romanzo di matrice psicologica/filosofica una nuova chiave d’interpretazione di tutto ciò che concerne l’essere umano, conciliando i fondamenti primi della scienza con una nuova etica umana mediante un percorso induttivo. Questi, cultore della recente epistemologia, ha manifestato una notevole abilità nell’instaurare una dialettica - sorprendentemente coerente dal punto di vista logico - tra filosofi lontani sia per il pensiero promulgato che per il periodo nel quale vissero, camuffando questo a dir poco inusitato dialogo con un romanzo che non lascia spazio alla noia. I pensieri sopraccitati non devono trarre in inganno: Ferraro non elude la società e i suoi aspetti più critici rifugiandosi in dimensioni chimeriche da lui invitate, anzi si serve della diegesi del suo romanzo per far sì che il messaggio lanciato abbia un forte impatto sociale. Cosicché Diario dell’Umanità ricalca, almeno nelle sue linee generali, la struttura del cosiddetto saggio romanzato, dal momento che le risposte alle domande cardini per la comprensione del suo pensiero trovano le rispettive risposte in una storia fittizia, pur restando verosimile. Non resta che attendere il rilascio ufficiale del romanzo in versione cartacea e digitale, fissato per giovedì 23 giugno 2016. A tal proposito, è possibile prenotarne una copia su Amazon.

redazioneonline
nella categoria Cultura e Spettacolo
Attendere...