Furti di auto in Italia: il dossier della polizia

Furti di auto in Italia: il dossier della polizia

 

Roma, Napoli, Milano, rispettivamente, oro, argento e bronzo nella speciale classifica dei furti di auto.

Un fenomeno che in Italia ha registrato dati leggermente in calo nel 2017 rispetto all' anno precedente.  Da poco più di 156.000 del 2016,  si sono assestati attorno ai 147.000, registrando un calo del 6,25%.

 È quanto emerge dall'ultimo dossier della Polizia Stradale, presentato in occasione del vertice Euvid (8-9 maggio 2018), il meeting dove 27 forze di polizia europee si confrontano con i vertici delle case automobilistiche per contrastare il fenomeno dei furti d'auto.

 

A fronte di calo generalizzato in tutto il Bel Paese, però, emerge il primato (negativo) di Roma: nella capitale, lo scorso anno, sono stati sottratti 17.146 veicoli, in aumento rispetto all'anno precedente. L'eterna regina dei furti, Napoli, scala per la prima volta al secondo posto, con 13.935 veicoli, mentre la medaglia di bronzo spetta a Milano, con 8.213 furtidenunciati.

Per quanto riguarda la classifica regionale, invece, rimane in testa la Campania, con poco più di 20.000 furti, seguita da Lazio (poco meno di 19.000), Puglia (circa16.000), Lombardia (poco più di 13.000) e Sicilia (poco più di 12.500). Virtuose invece Valle d'Aosta (71 furti) e il Trentino Alto Adige (180), mentre le altre regioni si attestano nell'ordine di grandezza delle 1.000 vetture rubate in un anno. Nonostante il calo nazionale, si registra però anche una diminuzione dei ritrovamenti del 7,67%.

Le vetture più rubate dai ladri italiani si confermano quelle più diffuse: Fiat occupa le prime tre posizioni nella classifica dei modelli più rubati con Panda (9.719), Punto (8.359) e Cinquecento (7.008), seguita da Lancia Ypsilon (3.522) e Volkswagen Golf (2.830). Le restanti 5 posizioni sono appannaggio di Ford Fiesta, Fiat Uno (sì, ne rubano ancora!), smart fortwo, Renault Clio e Opel Corsa.

 
Categoria Cronaca
Attendere...