L’Associazione Nazionale Liberi Insegnanti (ANLI), guidata da Alessandra Gammino, nella giornata odierna è scesa in piazza (Firenze, Taranto e Pisa) per manifestare tutto il malessere dei docenti precari senza alcuna prospettiva.

In particolare nelle piazze si è chiesta una soluzione politica vera per i tanti maestri Diplomati Magistrali. La vertenza dei Diplomati Magistrali continua a tenere banco. In questi giorni in cui il Governo afferma che nessuno sarà lasciato solo accade, affermano dalla neonata associazione, che migliaia di maestre dopo anni di servizio vengono licenziate (ruolo revocato).

Si ricorda che la vertenza di questi docenti è contraddistinta da una disparità di trattamento creata dagli stessi organi di giustizia. Infatti, a 10.000 Diplomati Magistrali i vari GDL, il Tar Lazio e il Consiglio di Stato hanno riconosciuto il diritto alle Graduatorie ad Esaurimento (graduatorie utili per l’immissione in ruolo), ad altri invece Diplomati Magistrali tale diritto è stato negato. Il tutto senza alcun criterio.

ANLI fa sapere che la lotta pacifica continuerà fino a quando non sarà riconosciuto a questi docenti il diritto alla stabilizzazione per titoli e servizio.