Ennesima strage in Yemen, vittime anche molti bambini che viaggiavano su un autobus

Ennesima strage in Yemen, vittime anche molti bambini che viaggiavano su un autobus

Gli attacchi aerei portati ieri in Yemen dalla coalizione guidata dall'Arabia Saudita hanno colpito, tra i numerosi obbiettivi, anche un bus che attraversava un mercato nella provincia di Sa'ada.

Secondo quanto riferito dalle autorità locale e dalla Croce Rossa, a decine sarebbero i morti e, tra questi, numerosi anche i bambini.

A questo punto, l'Unicef si chiede se quanto accaduto possa considerarsi un punto di svolta e se si possa finalmente arrivare almeno ad un cessate il fuoco tra le parti impegnate nel conflitto.

Dal 2015, sono stati quasi 2.400 i bambini uccisi, e più di 3.600 quelli feriti, per non parlare degli orfani e di coloro che hanno subito direttamente o indirettamente conseguenze e traumi dalla guerra, tanto che - in base a quanto dichiara l'Unicef - sono 11 milioni i bambini che necessitano di assistenza umanitaria. Inoltre, gli attacchi contro ospedali, scuole e infrastrutture essenziali sono all'ordine del giorno.

Nelle ultime settimane, un impianto idrico e un centro igienico-sanitario a Hodeida, supportati dall'UNICEF, sono stati attaccati e gravemente danneggiati, mettendo a repentaglio la salute e il benessere di centinaia di migliaia di persone.

Finora, gli appelli al rispetto del diritto umanitario internazionale, compresa la protezione dei minori, sono caduti nel vuoto, accolti con assoluto disprezzo. 

Categoria Esteri
Attendere...