Ancora un attentato in Europa, colpita Barcellona

Ancora un attentato in Europa, colpita Barcellona

Barcellona, città famosa per la sua architettura, è stata colpita da un terribile attentato.
Verso le 5 del pomeriggio un furgone si è scagliato su Plaza de Catalunya, percorrendo 600 metri sulla via principale di Barcellona, la Rambla.
Il furgone ha travolto decine di persone,si stimano 13 morti e 120 feriti di almeno 35 nazionalità differenti.

Un secondo attentato è avvenuto a Cambrils, situato a circa 100 km a sud di Barcellona, nella notte del 17 cinque attentatori si sono lanciati con un veicolo sulla folla. 
I due attentati si pensa siano collegati tra loro perché effettuati della stessa cellula.
La base della cellula terroristica si trovava ad Alcanar, dove il giorno prima, 16 agosto, è avvenuta un'esplosione.

L'ISIS ha rivendicato i due attentati.
Sette sono i terroristi morti, quattro in stato di arresto.
Il mondo occidentale ormai é abituato a convivere con queste tremende vicende,cosa ancor più atroce,non si riesce a trovare una soluzione per bloccare gli attentati.

Molte delle persone rimaste vittima dell'attentato hanno fatto di tutto per salvare i propri cari,emblematico il gesto eroico del giovane italiano morto per salvare la figlia e la moglie.
Gli attentati purtroppo sono difficilmente arginabili , possiamo solo sperare che i grandi Stati del mondo decidano veramente e non solo a parole di risolvere il problema.
Nonostante siano passati anni dai primi attentati terroristici in Europa ancora oggi non si riesce e prevenirli. Queste cellule del terrore agiscono molte volte senza una direttiva ben precisa e inoltre chi compie gli attentati risulta essere incensurato.

Emblematico il caso del ragazzo diciassettenne responsabile della strage di Barcellona.

Per saperne di più su questo argomento
Giuseppe Sposato
nella categoria Esteri
Attendere...