“Dire e dimostrare che un’altra religione è falsa non è una forma di persecuzione religiosa per nessuno. Non è persecuzione religiosa il fatto che una persona informata smascheri pubblicamente una certa religione indicando che è falsa, …”. (La Torre di Guardia – 15-6-1964 pag.368)

 

I tdg dovrebbero leggere questo scritto perché esso non è stato redatto per difendere qualche dottrina particolare e nemmeno per propagandare una fede religiosa specifica in contrapposizione al credo dei tdg, ma per mettere in evidenza alcuni importanti aspetti della tnm.

La comparazione dei testi della tnm è stata fatta con la versione Nuova Riveduta.

In ogni traduzione della bibbia vi sono delle parole “aggiunte”, che non compaiono nei testi manoscritti, si tratta di una normale elaborazione linguistica che permette di rendere comprensibile la traduzione dei testi sacri nelle lingue correnti. Non è questo il problema vero, ma quello di operare delle aggiunte, eliminazioni o sostituzioni, in altre parole, manipolare il senso dei manoscritti in quei contesti carichi di significato dottrinale, per adattarlo alle convinzioni religiose del traduttore. Proveremo che questo è ciò che è stato fatto nella tnm.

Ogni testo in esame è stato proposto in primo luogo nella versione Nuova Riveduta (NR), e subito dopo in quella della tnm (NM). Per verificare la correttezza delle due versioni, lo stesso testo viene ripresentato nella versione The Kingdom Interlinear Translation of the Greek Scriptures - in lingua inglese- (KIT) e in seguito in quella della San Paolo - in italiano, Testo Critico di Nestle-Aland- (SP). Queste ultime sono due versioni del Nuovo Testamento del tipo interlineare, tradotte, cioè, parola per parola dai testi critici in greco. La KIT è stata pubblicata nel 1881 da Wescott e Hort; in seguito la Società Torre di Guardia, che l’ha definita “autorevole”, ne ha acquistato i diritti.

E veniamo al problema. La rivelazione biblica è patrimonio di tutti i credenti; tuttavia, se sono comprensibili talvolta alcune diversità di lettura della Parola, non è giustificabile l’assoggettamento della ragione ad una manipolazione volontaria della bibbia, giustificandola come “una traduzione più accurata”, quando in realtà è stata fatta per sostenere orientamenti religiosi di parte.

 

Matteo 28:19 πορευθέντες ⸀οὖν μαθητεύσατε πάντα τὰ ἔθνη, ⸀βαπτίζοντες αὐτοὺς εἰς τὸ ὄνομα τοῦ πατρὸς καὶ τοῦ υἱοῦ καὶ τοῦ ἁγίου πνεύματος, 

NR: Andate dunque e fate discepoli tutti i popoli battezzandoli nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo.

NM: Andate dunque e fate discepoli persone di tutte le nazioni, battezzandoli nel nome del Padre e del Figlio e dello spirito santo.

KIT: having gone your way therefor makedisciplesof all the nations, baptizing them [persons] into the name of the Father and of the Son and of the holy spirit

SP: Andando dunque fate discepole tutte le genti, battezzando esse in il nome del Padre e del Figlio e del santo Spirito.

Il testo geovista NM ha aggiunto la parola “persone” prima di “tutte le nazioni”.

 

Luca 10:16 Ὁ ἀκούων ὑμῶν ἐμοῦ ἀκούει, καὶ ὁ ἀθετῶν ὑμᾶς ἐμὲ ἀθετεῖ· ὁ δὲ ἐμὲ ἀθετῶν ἀθετεῖ τὸν ἀποστείλαντά με. 

NR: Chi ascolta voi ascolta me; chi respinge voi respinge me, e chi rifiuta me rifiuta Colui che mi ha mandato.

NM: Chi ascolta voi ascolta (anche) me. E chi trascura voi trascura (anche) me. Inoltre, chi trascura me trascura (anche) Colui che mi ha mandato.

KIT: The (one) hearing of you me he is hearing, and the (one) disregarding you me he is; disregarding; the (one) but me disregarding is disregarding the (one) having sent of me.

SP: L’ascoltante voi me ascolta, e il respingente voi me respinge; il poi me respingente respinge l’avente inviato me.

Che c’è di strano a tradurre “Dio era la Parola”? La vera stranezza è suggerirel’esistenza di un “dio" minore accanto al vero “Dio”, come fa appunto la NM.

 

Giovanni 1:14 Καὶ ὁ λόγος σὰρξ ἐγένετο καὶ ἐσκήνωσεν ἐν ἡμῖν, καὶ ἐθεασάμεθα τὴν δόξαν αὐτοῦ, δόξαν ὡς μονογενοῦς παρὰ πατρός, πλήρης χάριτος καὶ ἀληθείας·.

NR: E la Parola è diventata carne e ha abitato per un tempo fra noi, piena di grazia e verità; e noi abbiamo contemplato la sua gloria, gloria come di un unigenito dal Padre.

NM: E la Parola e diventata carne e ha risieduto fra noi, e abbiamo visto la sua gloria. Una gloria tale che appartiene a un figlio unigenito da parte di un padre.

KIT: And the Word flesh became and tented in us, and we viewed the glory of him, glory as of only-begotten (one) beside of father.

SP: E la Parola carne divenne e pose la tenda fra noi, e contemplammo la gloria di lui, gloria come di unigenito da (il) Padre.

A cosa mira il giro di parole della NM: “Una gloria tale che appartiene a un figlio unigenito da parte di un padre”? Si può sostenere che le parole sottolineate - che non esistono nel testo manoscritto - siano state aggiunte per rendere più chiaro questo versetto?

 

Questi sono soltanto tre esempi, ma ce ne sono moltissimi altri, di manipolazione dei testi manoscritti da parte dei tdg allo scopo di sostenere orientamenti religiosi di parte.