Non sarebbe meraviglioso se un intenso amore romantico durasse per sempre? Ma cosa succede se un tale desiderio d’amore diventa eccessivo in alcune persone? L’amore potrebbe diventare una dipendenza?

Nella dipendenza affettiva, l’amore risulta immaturo. E’ un amore incerto, esterno, cieco e al di fuori del proprio controllo, e permea tutta la propria vita.

Non vi è consenso sui criteri diagnostici per la dipendenza affettiva, né accordi sul tipo di disturbo.

Ad esempio, l’amore patologico può essere un disturbo del controllo degli impulsi. Caratterizzato dall’impulsività e dalla ricerca di novità.

Altri credono che l’amore patologico sia un disturbo dell’umore . Presumibilmente, le persone con dipendenza affettiva sperimentano stati d’animo (ad esempio, ipomania ed euforia) simili a quelli che si stanno innamorando o si trovano nelle prime fasi dell’intenso amore romantico.

Altri ricercatori hanno suggerito che la dipendenza dall’amore potrebbe essere meglio compresa come un continuum biassiale, con l’asse verticale che rappresenta comportamenti correlati all’attaccamento e l’asse orizzontale che indica la ricerca di ricompensa e l’impulsività. Ad esempio, in alcuni individui, un’elevata impulsività e un comportamento alla ricerca di ricompensa si verificherebbero con alti livelli di comportamento di attaccamento, da qui il conseguente amore ossessivo o dipendente; in altri, l’elevata ricerca di ricompensa e l’impulsività coesisterebbero con deficit di attaccamento, con conseguente alto interesse sessuale e avere partner sessuali multipli. .

A causa della natura compulsiva della dipendenza dall’amore, alcuni si sono chiesti: l’amore patologico potrebbe essere una dipendenza? Ovviamente alcuni ricercatori credono che lo sia – da qui il nome.

Ora sembrano esserci “Abbondanti prove comportamentali, neurochimiche e di neuroimaging a supporto dell’affermazione secondo cui l’amore è (o potrebbe essere) una dipendenza, più o meno allo stesso modo in cui può esserlo un comportamento cronico alla ricerca di droga.” 

Come altre dipendenze, la dipendenza da amore è associata al piacere ma anche alla sofferenza.


Contributo del dott. Maurizio Micucci