Fico, la Fabbrica Italiana Contadina, apre a Bologna

Fico, la Fabbrica Italiana Contadina, apre a Bologna

Apre il 15 novembre a Bologna la Fabbrica Italiana Contadina, altrimenti nota anche come Fico, nata per far conoscere "tutta la meraviglia della biodiversità italiana in un unico luogo."

Pensata sull'onda dell'entusiasmo del passato successo di Eataly, oggi forse sarebbe solo un sogno nel cassetto visto che terminato l’effetto Expo, Eataly Distribuzione si ritrova con una diminuzione nei ricavi pari a 32 milioni che ha generato nell'ultimo bilancio una perdita netta di 11 milioni. Nel 2016 le attività, prevalentemente italiane e di alcune partecipate estere, hanno fatto registrare, infatti, entrate per 178,8 milioni (mentre nel 2015 erano state pari a 211,7 milioni).

In ogni caso, il "parco a tema" delle eccellenze dell'agro alimentare italiano dove sarà in mostra il cibo italiano, dal campo alla tavola, ha aperto le sue porte mercoledì 15 novembre e potrà essere visitato ogni giorno dalle dieci del mattino fino alla mezzanotte.

Fico sorge alla periferia di Bologna, a 40 minuti d'auto dall'aeroporto Guglielmo Marconi. Per raggiungerlo, sono disponibili anche dei Bus navetta che partono dalla stazione ogni 30 minuti, dalle 9:30, con corse intensificate nei fine settimana, al costo di 5 euro per la sola andata e di 7 euro per andata e ritorno. Gli autobus, naturalmente, sono identificabili grazie al logo Eataly World Fico.

All'interno di Fico è possibile muoversi a piedi oppure fare uso delle biciclette a tre ruote (due anteriori) prodotte da Bianchi e dotate di un cestello anteriore dove riporre gli acquisti. Un treno, inoltre, circonda il perimetro al costo di 1 euro.

L'ingresso è gratuito. Ma si paga per tutto ciò che è disponibile all'interno dei padiglioni del parco, dal tour ai carousel agli eventi. Le installazioni interattive nei padiglioni mostrano la produzione agroalimentare e, in uno di essi, i visitatori possono piantare semi per lattuga, basilico o rucola, e tenere traccia del loro ciclo di crescita nel mese successivo via Internet.

Naturalmente, non mancano i ristoranti ed i negozi di gastronomia: ne sono disponibili 47 tra chioschi, ristoranti e bar con tutte le opzioni possibili per il visitatore, dallo spuntino veloce fino al pranzo completo.

Nei campi all'aperto crescono ortaggi, cereali, erbe aromatiche, legumi e frutta. Nel parco vengono anche allevati più di 200 animali da fattoria utilizzati per produrre latte, uova, formaggi.

Per ultimo, all'interno di Fico è possibile praticare anche attività di svago come mini-golf, pallamano, beach volley, oltre alla presenza di un parco giochi coperto per i bambini più piccoli.

Mauro Sartini
nella categoria Cronaca
Attendere...