Eleonora Giovannini è una scrittrice di origini marchigiane che spazia dalla poesia al romanzo fino alla saggistica di impegno sociale, soprattutto per quanto riguarda la violenza contro le donne e i diritti degli animali. Recentemente si è occupata pure dei testimoni di Geova, dando alle stampe il suo ultimo libro, L’Ostracismo nei Testimoni di Geova. E' un piccolo saggio in cui l'autrice parla di questa pratica che i testimoni di Geova applicano contro i fuoriusciti, raccogliendo le testimonianze di persone uscite dal movimento e analizzando la proposta di Legge che mira a introdurre nel codice penale il reato di violenza psicologica causata dall'ostracismo.

“Ho voluto scrivere questo testo perché mi sono imbattuta nella storia di un giovane uomo, della sua scelta forte e libera, della pena che ne è derivata e della volontà di resistere e rispondere ad un sistema di norme e leggi particolarissime e che, purtroppo, hanno un effetto estremamente pesante sulla vita personale, sugli affetti, sui legami familiari”, dichiara l'autrice.

Giovannini per molto tempo si è occupata di temi che riguardano lo stalking e la violenza fisica e psicologica in ambito familiare. Problemi che l'hanno spinta trattare pure l'isolamento sociale e la rovina degli affetti quali conseguenze dell’ostracismo imposto ai testimoni di Geova, dichiarando di essere rimasta colpita dalla  rete di solidarietà che si è creata tra le vittime dell'ostracismo e dalla loro lotta per liberarsi dal peso dei condizionamenti sociali e psicologici subiti dopo aver frequentato questa religione.

Nel lavoro di documentazione, l'autrice si è avvalsa della testimonianza e dell'esperienza di Daniele Fontana, uscito dalla congregazione e autore della pagina Facebook Uscire dai Testimoni di Geova, creata per dare conforto, sostegno e informazione a quanti sono usciti o che intendano uscire dal movimento. Giovannini si è avvalsa anche dell'esperienza storica sul movimento di Don Stefano Greco, da più di 25 anni impegnato nell’analisi e nello studio delle dottrine propugnate dalla Watch Tower, mettendo in risalto errori, contraddizioni e manipolazioni arbitrarie.

Accanto alle testimonianze delle vittime (raccontate in forma anonima per evitare ripercussioni), l'autrice ha analizzato pure la storia del movimento, i suoi personaggi principali e le tesi dottrinali della Watch Tower. Oltre a parlare della proposta di Legge depositata in Parlamento il 15 Luglio 2020 da Stefano Fidelio. Una legge che dovrebbe tutelare e difendere le vittime che ricevono danni da isolamento sociale e ostracismo ritenendo tale condotta lesiva, pericolosa e quindi inaccettabile sul piano etico e legislativo. 

“Questo libro è dedicato a tutte le vittime di ostracismo, nella speranza che la legge le possa presto tutelare, con la speranza che la lettura di questo testo apra i cuori di tutti, che ribadisca il concetto di libero arbitrio e che sia presupposto di un cambiamento radicale”, conclude Eleonora Giovannini che, come tanti altri giornalisti e scrittori, ha iniziato a indagare su un movimento che da più parti viene definito troppo coercitivo e liberticida.