A Coverciano la camera ardente di Davide Astori

A Coverciano la camera ardente di Davide Astori

"Sono dall'altra parte del mondo, ma vorrei essere a Firenze per dare l'ultimo saluto a Davide, insieme alla mia gente. Quando a Reconquista è arrivata la terribile notizia del decesso del nostro capitano, ho avuto la stessa vostra reazione: sono rimasto choccato, senza parole. Per la morte con c'è mai risposta, ma stavolta è stata pazzesca.

Un calciatore che muore dormendo è qualcosa di incredibile, inspiegabile, inaccettabile. Non conoscevo di persona Davide, ma i miei amici fiorentini mi avevano sempre presentato uno splendido ritratto di lui.

La Fiorentina aveva fatto bene ad affidargli la fascia perché Davide, prima di tutto, era un uomo vero. E per me questo nella vita resta l'elemento decisivo. Ho sempre pensato che la storia viola avesse un solo capitano, il mio fraterno amico Giancarlo Antognoni. D'ora in poi ne avrà due, per sempre."

Questa la lettera di Gabriel Omar Batistuta, diffusa tramite l'ANSA, con cui l'ex numero 9 della Fiorentina ha voluto dare l'ultimo saluto a Davide Astori.

E sono in molti i campioni di ieri e quelli di oggi ad aver fatto visita al feretro del capitano viola presso la camera ardente allestita al centro tecnico di Coverciano, aperta al pubblico a partire dalle 16,30 - tra questi De Rossi, Belotti, De Silvestri, Sirigu, Ljajic, Abate, Montolivo - insieme a ex calciatori, addetti ai lavori ed al sindaco di Firenze, dove erano presenti la compagna e i familiari di Davide Astori oltre al presidente della Fiorentina Andrea Della Valle.

Prima dell'apertura dei cancelli al pubblico, hanno fatto omaggio alla salma allenatore e calciatori viola, che nel pomeriggio hanno annullato la seduta di allenamento.

Per i funerali di giovedì, la Fiorentina ha comunicato che, a seguito del considerevole numero di persone che parteciperanno alle esequie, per ragioni di sicurezza non sarà consentito l'accesso al pubblico all'interno della Basilica di Santa Croce. Così, per tutti coloro che vorranno salutare per l'ultima volta il Capitano viola, il feretro raggiungerà Santa Croce transitando per viale Manfredo Fanti per poi fare una sosta davanti allo Stadio.

In occasione della cerimonia funebre, in accordo con il Comune di Firenze, sono state riservate due aree per i media all'esterno della Basilica. La prima, riservata alle tv, si troverà sulla piazza, all'angolo tra Piazza Santa Croce e via Antonio Magliabechi. La seconda, per fotografi e giornalisti radio, siti e carta stampata, si troverà nei pressi della Statua di Dante Alighieri.

Mauro Sartini
Categoria Sport
Attendere...