Un giovane del villaggio di Yatma, a sud di Nablus, è stato ucciso domenica all'alba a seguito di violente percosse da parte delle forze di occupazione israeliane dopo aver inseguito il suo veicolo vicino a TurmusAyya, a nord-est di Ramallah.

Secondo quanto riferito dal ministero della Sanità palestinese, dopo un esame preliminare dei medici del Palestine Medical Complex, il giovane, Amer Abdul-Rahim Snobar di 18 anni, è stato colpito violentemente sul collo.

Il direttore del Palestine Medical Complex, il dott. Ahmed Al-Betawi, ha dichiarato che il corpo del ragazzo è arrivato all'istituto alle tre del mattino con segni di violenza e percosse che dal collo si estendevano fin sulla schiena. Il ragazzo è morto poco dopo il ricovero.

Nella Striscia di Gaza, la Jihad islamica ha decretato lo stato di mobilitazione ritenendo prossimo alla morte uno dei suoi militanti, Maher al-Akhras, originario di Jenin (in Cisgiordania), che sta effettuando uno sciopero della fame da circa 90 giorni.