Il Chelsea ne prende due dall'Arsenal e il Sarri furioso (inc...ato) parlò in italiano

Il Chelsea ne prende due dall'Arsenal e il Sarri furioso (inc...ato) parlò in italiano

La "Domenica sportiva" della BBC si chiama "Match of the day" e va in onda il sabato e la domenica.

Nella puntata di ieri, dopo il riassunto delle fasi più importanti del derby vinto per 2-0 dall'Arsenal (con reti di Lacazette e Koscielny al 14" e al 39"), davanti ai microfoni è apparso un furioso Maurizio Sarri che invece di parlare in inglese (per la verità più che accettabile), come suo solito, ha commentato la partita in italiano, per dar meglio sfogo alla sua rabbia ("incazzatura") nei confronti dei suoi giocatori.

Questo è quello che ha detto.


"Parlo italiano perché voglio mandare un messaggio chiaro alla mia squadra: sono fortemente incazzato, abbiamo perso per mancanza di determinazione, questa è una squadra difficilissima da motivare.Questa sconfitta è dovuta alla nostra mentalità, più di ogni altra cosa... giocavamo contro una squadra che era molto più determinata mentalmente di quanto lo fossimo noi e questo è qualcosa che non posso accettare.Abbiamo avuto un problema simile contro il Tottenham. Abbiamo parlato molto di quella sconfitta e di come abbiamo approcciato quella partita. Pensavo che fossimo riusciti a superare il problema, ma sembra di no. Non abbiamo sufficiente... non siamo mentalmente solidi, quindi non sono felice perché preferisco entrare in conferenza stampa e parlare di tattiche, del perché abbiamo perso dal punto di vista tattico e strategico... il fatto è che questo gruppo di giocatori è estremamente difficile da motivare."Quando vedi questo tipo di gioco quando una squadra è più determinata dell'altra, non possiamo davvero parlare di tattica.Da un punto di vista tecnico penso che le squadre siano più o meno allo stesso livello, ma se l'Arsenal è più determinato di noi, inutile parlare di tattiche di gioco. Il loro livello di determinazione era maggiore, soprattutto in area. Quando hanno segnato i loro gol, in difesa eravamo fermi e non eravamo determinati, non eravamo abbastanza forti... soprattutto in occasione del primo gol.Non fraintendermi, avremmo potuto comunque perdere quella partita, ma avremmo potuto perderla per ragioni tattiche e ragioni tecniche, invece l'abbiamo persa a causa della nostra mancanza di determinazione.Naturalmente non posso dire di non essere responsabile, almeno in parte, per l'approccio mentale. Questo è un problema che dobbiamo condividere.La mentalità può essere cambiata? È una domanda difficile a cui rispondere, mi sembra che come gruppo di giocatori non siano particolarmente aggressivi da un punto di vista mentale, non hanno quella ferocia nella loro mentalità e questo dipende dal tipo di giocatori... è nelle loro caratteristiche ed è qualcosa che è difficile da cambiare. Potrebbe volerci parecchio tempo, ma potrebbe essere cambiato da un nuovo giocatore che entra o forse da uno dei leader della squadra che si assume le proprie responsabilità e fa avanzare la squadra."Sono consapevole che questa è una squadra che non sarà mai conosciuta per essere una squadra di "lottatori", perché non sono le loro caratteristiche e non le potremo avere, ma quello che dobbiamo diventare è una squadra capace di adattarsi, una squadra in grado di soffrire per 10 o 15 minuti in una partita, ma poi giocare il nostro calcio.Così, contro l'Arsenal, la nostra difesa ha finito per stare indietro piuttosto che anticipare e premere in alto sul campo. Siamo una squadra che dovrebbe giocare a uno o due tocchi, mentre invece a volte ne facevamo sette o otto... e questo è qualcosa che non deve accadere."

Categoria Sport
Attendere...