Lifeline a Salvini: «A bordo non abbiamo carne, ma essere umani...»

Lifeline a Salvini: «A bordo non abbiamo carne, ma essere umani...»

Dear @matteosalvinimi, we have no meat on board, but humans. We cordially invite you to convince yourself that it is people we have saved from drowning. Come here, you are welcome!

Caro Matteo Salvini, a bordo non abbiamo carne, ma essere umani. Sinceramente, proviamo a convincerti che quelle che noi abbiamo salvato dal morire annegate sono persone. Vieni a bordo, sarai il benvenuto!


Al messaggio inviatogli tramite un tweet dall'equipaggio della Ong Mission Lifeline, il ministro dell'Interno Salvini non ha risposto o perlomeno non lo ha ancora fatto.

Almeno a loro non è passata inosservata l'espressione "caricare immigrati" usata dal "simpatico" e sempre sorridente Salvini che giustamente non manca occasione di farci sapere che si commuove per un micio o un cane, ma non sembra avere lo stesso riguardo per una persona che non è affogata in mare.

Ma che i migranti siano merce, almeno per Salvini ed i tanto onesti 5 Stelle, è ormai un dato di fatto preoccupante. E di questa preoccupazione si è fatta portavoce, sabato, Claudia Lodesani, presidente di Medici Senza Frontiere.

Queste le sue parole: «Dopo la dolorosa odissea della Aquarius, costretta una settimana fa a raggiungere Valencia per sbarcare 630 persone soccorse nel Mediterraneo, siamo preoccupati per una nuova paralisi negoziale tra le autorità italiane e alcuni altri governi europei che rifiutano in queste ore di assegnare un porto sicuro di sbarco alla nave Lifeline e al cargo commerciale Maersk.

Dopo terrificanti viaggi dai loro paesi di origine e in Libia, dove rifugiati e migranti subiscono sistematiche forme di violenza e sfruttamento, 339 persone soccorse in mare sono attualmente tenute in ostaggio dalle agende politiche europee.

È tempo che i governi europei mettano al primo posto la vita delle persone, offrendo tutto il supporto necessario alle operazioni di salvataggio operate dalle navi private (di ONG o commerciali) e istituendo un meccanismo proattivo e dedicato di ricerca e soccorso nel Mediterraneo centrale.

Considerato lo stallo del negoziato tra i governi sugli aspetti legali e politici, per ragioni strettamente umanitarie MSF sollecita le autorità italiane ad assegnare con urgenza un porto sicuro alle 2 navi per offrire alle persone soccorse le cure e l’assistenza di cui hanno bisogno.»

Questo appello sarà accolto dal governo del cambiamento? Impossibile, anche perché non sarà stato neppure letto. Inoltre, a Salvini "le persone che portano a spasso i bimbi" dicono tutt'altro...

Categoria Politica
Attendere...