Era previsto per oggi, 12 maggio, l’inizio delle votazione degli emendamenti al D.L. Cura Italia, emendamenti che prevedono - tra l’altro- la stabilizzazione per titoli e servizi dei maestri Diplomati Magistrali. Accade, però, che alle 15.00 si viene a sapere che c’è un rinvio delle votazioni in Commissione Istruzione del Senato alla prossima settimana. Questo scatena l’ira dei precari DM, che da anni -forse troppi-aspettano che la politica sopperisca e elimini la disparità di trattamento creata dai tribunali italiani che in molti casi hanno riconosciuto, a questi insegnanti, il diritto al ruolo attraverso l’iscrizione -a pieno titolo e in via definitiva- nelle Graduatorie  ad Esaurimento e in altri casi no.

Della questione ce ne siamo occupati in altri articoli. 


Ciò detto, il gruppo Facebook Diplomati Magistrali per le GaE dopo il successo dei primi due flash mob social e in risposta al rinvio delle votazioni di cui sopra ha indetto, per lunedì 18 maggio, un terzo flash mob dal titolo “Non c’è 2 senza...3”. 

Circa la situazione politica: in merito alle richieste dei Diplomati Magistrali sembra ci sia una maggioranza trasversale in Parlamento che fa proprie le istanze di questi, ma di traverso c’è il Movimento 5 Stelle, il quale è assolutamente contrario ad un sistema di reclutamento per titoli e servizio.