Nei prossimi appuntamenti che i sindacati avranno con il governo, venerdì 17 e lunedì 27 gennaio, il segretario generale della Cgil, Maurizio Landini, ha indicato nella riduzione della tassazione sul lavoro dipendente e nelle modifiche alla legge Fornero gli argomenti principali di confronto. 

Lo ha ricordato in un video, pubblicato oggi e riportato di seguito...

"Le lotte e le mobilitazioni dello scorso anno cominciano a produrre risultati", ha detto Landini. "Venerdì abbiamo un incontro con il governo per cominciare a ridurre la tassazione sul lavoro dipendente, che significa aumentare il netto in busta paga per lavoratrici e lavoratori. 

È un inizio,  perché poi servirà una riforma complessiva di tutto il sistema fiscale, affinché anche i pensionati paghino meno tasse, la lotta all'evasione fiscale sia davvero senza quartiere e il principio della progressività diventi la regola fondamentale nel nostro Paese.

Il 27 gennaio, invece, parte finalmente il confronto per cambiare la legge Fornero. Una legge sbagliata, iniqua, che sarebbe da irresponsabili non cambiare. 

I giovani debbono avere la certezza di una pensione nel futuro, le donne devono vedere riconosciuto il lavoro di cura, i lavori più pesanti devono avere un trattamento a parte. Allo stesso tempo c'è bisogno di una legge sulla non autosufficienza e di una rivalutazione delle pensioni in essere.

Se questi risultati arriveranno - ha concluso Landini, ricordando che sono questi i temi centrali da affrontare per far ripartire gli investimenti e i consumi, costruire solidarietà e uguaglianza - bene, ma se dovessimo incontrare problemi prepariamoci a riempire le piazze anche quest'anno".