Il Movimento Gilet Arancioni dopo la manifestazione del 14 giugno  a Palermo, chiama tutti i Liguri a raccolta, domenica 21 giugno in Piazza De Ferrari a Genova.

Mamme e papà, medici,  avvocati e tutti i cittadini della Liguria sono chiamati dal Movimento Gilet Arancioni  domenica 21 giugno in Piazza De Ferrari a Genova.  Antonio Pappalardo, presidente MGA,  dopo aver depositato presso Senato della Repubblica, alla Camera dei Deputati, alla Presidenza del Repubblica ed alla Presidenza del Consiglio dei Ministri il documento che chiede le dimissioni immediate del Governo Conte e il ritorno alla Lira, chiama i Liguri in Piazza.

Il Generale Pappalardo presenzierà domenica 21 giugno in Piazza De Ferrari a Genova alle ore 17.30 dove si  discuteranno numerosi punti cardine tra cui scuola e vaccini, argomenti  che toccano da vicino la maggior parte della popolazione.  Un altro tema che si affronterà nell'incontro sarà quello dei venditori ambulanti che è una categoria penalizzata dai provvedimenti della Regione Liguria.

 Come già noto, in data 3 giugno 2020  oltre 40 mila votanti dopo essersi riuniti in trentatré piazze dei capoluoghi e delle principali città d'Italia si sono dati appuntamento a Roma per approvare il documento in cui si chiedono le dimissioni immediate di Giuseppe Conte.

Antonio Pappalardo è molto  tenace come i tutti i Siciliani e non si è mai fermato davanti alle ingiustizie  anche quando si rischiava lo scioglimento dell'Arma dei Carabinieri. Infatti nel 2000 mentre i vertici dell'Arma si defilavano, il Generale Pappalardo telefonava all'ex Presidente del Consiglio  D'Alema facendogli ritirare due emendamenti che di fatto avrebbero sciolto per sempre  l'Arma dei Carabinieri.  Afferma il Presidente Pappalardo "ho sempre combattuto stando a fianco dei più deboli, c'è bisogno del popolo per farci sentire contro questo Governo".