Una start-up vuole rivoluzionare la tecnologia della logistica interna

Una start-up vuole rivoluzionare la tecnologia della logistica interna

La giovane startup Avancon SA (www.avancon.com), azienda svizzera, si è prefissata l’ambizioso obiettivo di rivoluzionare i sistemi trasportatori a rullo e a nastro nei centri di distribuzione e logistica. L’azienda produce un moderno e innovativo sistema, sviluppato da Dieter Specht, fondatore del Gruppo Interroll e lo distribuisce in tutto il mondo attraverso dei produttori di sistemi convogliatori e aziende attive nella logistica.

Le industrie automobilistiche, dei computer e anche i produttori di macchinari portano regolarmente sul mercato nuovi e moderni modelli. Perché? Per potersi rivolgere a nuovi mercati e nuovi clienti. Nell’industria dei convogliatori si vedono molto raramente delle novità. La maggior parte dei sistemi trasportatori a rulli o a nastro è stata sviluppata 15, 20 o addirittura 50 anni fa e ricorda i brevetti del produttore di giocattoli britannico Frank Hornby, che produsse i profili perforati e gli assi per i rulli nel kit “Meccano”, con brevetto n. GB190100587(A).

Ancora oggi i sistemi di trasportatori a rulli vengono così proposti al mercato.

I giovani fondatori della startup Avancon vogliono rivoluzionare l’industria dei sistemi trasportatori. Sono in grado di offrire un concetto nuovo e aerodinamico, ricco di innovazione, idee funzionali e pluribrevettato a livello mondiale.

In effetti il sistema è stato sviluppato da Dieter Specht per la ditta Interroll, però il nuovo concetto non si adattava alla filosofia del gruppo. Per questo Specht ha assunto due entusiasti imprenditori e assieme hanno fondato una start-up a Riazzino, Svizzera, dal nome “Avancon SA” (Avantgarde Conveyor).

Denis Ratz, direttore amministrativo e azionista di Avancon SA ha un bachelor in scienze e informatica economica. Si è tuffato a pieno ritmo nel lavoro e ha presentato questo nuovo Unit Handling ad alcuni importanti potenziali clienti.

“Abbiamo voluto testare le reazioni del mercato rispetto al nostro design così nuovo e contemporaneo.” Spiega Denis Ratz. “Molti interlocutori sono rimasti colpiti dal design e dall’estetica così moderni. Ho risposto a domande inerenti le funzioni e le esigenze del mercato. Dopo questi incontri con CEO e direttori tecnici di rinomate aziende sono ancor più motivato”, aggiunge Denis Ratz.

“Ora siamo pronti. Abbiamo perfezionato e testato ogni singolo dettaglio. Molti potenziali clienti si sono annunciati per poter visitare il nostro grande impianto di test in Ticino. Siamo certi che le straordinarie funzioni e i molti vantaggi li convinceranno.”

Avancon SA ha già fatto importanti investimenti nello sviluppo, in brevetti, in macchinari, in stampi e nel completamento del sistema. Con un concetto di marketing intelligente il sistema viene venduto in tutto il mondo ad un esclusivo gruppo di produttori di sistemi trasportatori a rulli e nastri, con il loro proprio marchio e logo, sul loro mercato e ai loro clienti.

Denis Ratz aggiunge: “Vogliamo offrire ai produttori di sistemi intra-logistici e sistemi convogliatori qualcosa veramente all’avanguardia. Non vogliamo però interferire con il mercato dei nostri clienti, per questo non ci rivolgiamo ai centri di logistica o di smistamento, anche se il nostro prodotto balza certamente agli occhi di questi ultimi.

Il direttore tecnico e partner della startup è l’ingegnere Dottor Daniele Gambetta, esperto specialista del sistema di controllo e dei motori DC. Possiede inoltre un brevetto di un nuovissimo motore DC, che verrà impiegato in futuro nei nuovi sistemi trasportatori di Avancon.

Oggi, nell’era digitale “dell’industria 4”, il collegamento elettronico ha una grandissima importanza. Lo straordinario design di Dieter Specht mi ha da subito affascinato, così sono entrato a far parte della start-up”, afferma dott. Daniele Gambetta.“Un sistema così eccezionale ed efficiente non l’ho mai visto nell’industria dei trasportatori. Tutto è diverso, migliore, nuovo, più sicuro e bello. Riteniamo che circa l’80% di tutta la merce fino a 50 kg di peso, che dev’essere trasportata giornalmente a livello mondiale, possa essere trattata con il nostro nuovo sistema.”

Nel frattempo il design è anche stato coronato come migliore nel campo industriale, dal prestigioso premio internazionale “Red Dot Award” in Germania e anche da “Good Design Award” in Giappone, ambitissimo riconoscimento asiatico.

I due imprenditori hanno una buona dose di coraggio per irrompere in un mercato così conservativo. Chi vuole offrire ai propri clienti qualcosa di bello, rivoluzionario, che si differenzi da ogni altra costruzione vuole senza dubbio rilevare questo concetto.

Perché dare tanta importanza all’estetica? La risposta è semplice: impieghereste oggi un macchinario che non sia rivestito in modo moderno?

Denis Ratz aggiunge: “Siamo molto positivi rispetto al futuro. Ci siamo appena trasferiti in un edificio moderno e di nuova costruzione che rispecchia il nostro DNA. Qui abbiamo la capacità di produrre giornalmente fino a 400 metri del nostro nuovo sistema ZPC. Ogni produttore di sistemi trasportatori può ottenere i singoli elementi da noi e beneficiare dell’uso gratuito dei brevetti, così può continuare a produrre da sé. Alcuni clienti vogliono esporre questo nuovo sistema in occasione della loro prossima fiera. E’ fantastico!”

“ZPC” significa “Zone Powered Conveyor” system, dove ogni singola zona viene controllata e guidata separatamente. Il sistema è molto flessibile e adattabile. Può trasportare in modo lento o veloce e può stivare senza accumulo di pressione. Inoltre, se necessario, può comunicare facilmente con qualsiasi IT o sistema Bus superiore, riducendo di gran lunga i costi di installazione. Ovviamente può convogliare la merce in ogni direzione, con tutte le funzioni che ogni ingegnere ha sempre desiderato. Non da ultimo il sistema di Avancon è molto più economico di quanto sembri.

Categoria Economia
Attendere...