I Pozzo possono sorridere: se l'Udinese lotta per non andare in B, il Watford si qualifica per la finale di FA Cup

I Pozzo possono sorridere: se l'Udinese lotta per non andare in B, il Watford si qualifica per la finale di FA Cup

Quando ormai mancano poco più di una decina di minuti allo scadere della semifinale di FA Cup, il Watford perde nel proprio stadio per 2-0 contro il Wolverhampton. 

L'allenatore Javi Gracia fa entrare l'ex di Everton, Barcellona e Milan, Gerard Deulofeu che con un tiro quasi impossibile, tra lo scavino e il pallonetto, infila il portiere avversario sul palo opposto alla sua sinistra, con il pallone che si insacca in prossimità del sette.

Un insensato fallo in area da parte del centrale del Wolverhampton, consente al "carro armato" Troy Deeney di pareggiare l'incontro praticamente a partita conclusa, negli ultimi istanti di recupero.

Nell'extra time è di nuovo Deulofeu a segnare la rete del definitivo 3-2, prima di uscire per un infortunio alla caviglia.

Quella raggiunta dal Watford, è la seconda finale di FA Cup nella sua storia. Nella partita decisiva si troverà di fronte il Manchester City di Pep Guardiola.

Il Watford, dal 2012 è una squadra di proprietà della famiglia Pozzo, rilevata quando era ancora in Championship, la Serie B inglese. Da lì è cominciata la scalata verso la Premier League, conquistata nel 2014/15.

Il 2012 era lo stesso anno in cui l’Udinese conquistava il 3° posto in Serie A. Da lì i risultati dell'Udinese hanno iniziato ad essere sempre più deludenti, con i friulani che, per il secondo anno consecutivo, devono impegnarsi per evitare la B.

Inverso, invece, il percorso del Watford che quest'anno può puntare alla conquista di un trofeo, mentre nel campionato viaggia stabilmente a metà classifica, con un fatturato due volte maggiore rispetto a quello dell'Udinese.

Categoria Sport
Attendere...