Dove vedete anti-politica nel Movimento 5 Stelle?

45 voti

32 mesi fa - Questa non vuole essere una sviolinata a favore del Movimento 5 Stelle. E’ solo la descrizione di quello che ho visto e di quello che ho provato, dando un’occhiata da vicino a questa realtà politica. Perchè ciò che mi ha lasciato stranito, sono state proprio le sensazioni. Non c’è dubbio che Beppe Grillo sia un [...] (Leggi l'Articolo)

redazionewilditaly
inviata da: redazionewilditaly - Categoria: Politica - Fonte: http://www.wilditaly.net

Segnala se offensiva VOTA   COMMENTA

Altri articoli di possibile interesse:

Non si ferma il fronte No trivelle Legge voto all’Ars il 7 gennaio

Approderà a sala d’Ercole giorno 7 gennaio il ddl voto targato Movimento 5 Stelle che mira a stoppare l’articolo 38 del decreto sblocca Italia, che rischia di spianare la strada alle trivelle in gran parte della Sicilia. E’ l’ultimissima conquista del Movimento 5 Stelle sul fronte anti-trivelle, annunciata oggi nel corso di una conferenza stampa (blogsicilia)

Movimento 5 Stelle. Un disastro voluto?

Parlando del Movimento 5 Stelle, a questo punto della storia, non si può fare a meno di definirlo una grande occasione mancata. Mancata volutamente o incoscientemente? Questo è il dilemma. L’ampio consenso ottenuto alle ultime elezioni politiche tenutesi nel nostro paese è stato vanamente sprecato in oltre un anno di occasioni mancate. Non basta dare la colpa al clima sicuramente ostile nel quale deputati e senatori pentastellati si sono trovati all’interno del Parlamento e fuori dal “palazzo” con l’assoluta e mai celata ostilità da parte di quasi tutti i media di Stato. Forse il progetto a 5 Stelle è nato in un Paese sbagliato o è stato concepito volutamente zoppo perché non potesse camminare agevolmente in mezzo alla società italiana. Si è puntato sui giovani perché simbolo di un cambiamento e di una rinascita culturale del nostro Paese, oppure perché più facilmente condizionabili e manipolabili da chi tira le fila del Movimento?... (idiot_savant)

Militant: Movimenti e rappresentanza politica: il caso Podemos

Movimenti e rappresentanza politica: il caso Podemos Militant Da diverso tempo il caso Podemos – il partito politico nato dall’esperienza del movimento degli “indignados” in Spagna – sta tenendo banco nelle discussioni di movimento. A ragione, vorremmo sottolineare, perché il caso si presta ad una molteplicità di letture affatto attuali e dirimenti per la situazione italiana. Interpretare il caso spagnolo è allora opportuno, perché può insegnarci qualcosa, per cogliere i limiti e le potenzialità di tale esperimento, insomma per generare una discussione capace di smuovere le secche politiche dei movimenti italiani. Movimenti costantemente stretti tra rifiuto della rappresentanza e crisi del politico, una vuoto di volta in volta riempito dalle peggiori imitazioni del concetto di sinistra. Podemos nasce nel gennaio di quest’anno, a più di tre anni dall’esplosione (e dalla relativamente rapida dissoluzione) del movimento degli indignados (un movimento particolare che già aveva attirato la... (tonino2308)

"Io, il camper e il blog non bastiamo più", Beppe Grillo propone 5 "punti di riferimento"

"Io, il camper e il blog non bastiamo più" e ancora "Il Movimento cinque stelle ha bisogno di una rappresentanza più grande di quella attuale". Nel comunicato politico numero cinquantacinque apparso oggi sul Blog di Grillo, il Movimento cinque stelle, per le parole del suo leader, chiede agli iscritti di votare sulla creazione di un gruppo di cinque portavoci che aiutino Grillo nel suo ruolo di garante del gruppo politico. Dal blog di Grillo:   Quando abbiamo intrapreso l’appassionante percorso del MoVimento 5 Stelle, ho assunto il ruolo di garante per assicurare il rispetto dei valori fondanti di questa comunità.   Oggi, se vogliamo che questo diventi un Pase migliore, dobbiamo ripartire con più energia ed entusiasmo. Il M5S ha bisogno di una struttura di rappresentanza più ampia di quella attuale. Questo è un dato di fatto. Io, il camper e il blog non bastiamo più. Sono un po’... (lantidiplomatico)

I vaneggiamenti di Napolitano su anti-politica ed Europa

Napolitano vaneggia su anti-politica ed Europa. Non per una questione di età ma perché Napolitano è totalmente fedele alla propria storia di conformismo politico: sostenitore dell’invasione sovietica dell’Ungheria nel 1956 e poi pasdaran filo-Nato, oppositore di Berlinguer quando indicò il tema prioritario della “questione morale”, capo della corrente migliorista finanziata da Ligresti e Berlusconi. Ed il proprio conformismo politico, la L'articolo I vaneggiamenti di Napolitano su anti-politica ed Europa sembra essere il primo su cornice rossa. (cornicerossa)

Attendere...
Non sono stati ancora inseriti commenti.
Puoi essere il primo ad esprimere il tuo parere sul contenuto di questo post.
Inserisci Commento
utente non registrato da utente non registrato
Attendere...